Domenica 31 Gennaio 2010

Brucia una baita
in Val di Togno

E’ stato un guardiacaccia che casualmente ha fissato il suo binocolo sul versante della Val di Togno a lanciare l’allarme. Nubi di fumo si alzavano copiose verso il cielo, sprigionate da una baita. Una baita normalmente abitata nonostante la zona impervia - la località Portola è raggiungibile soltanto a piedi - e l’altitudine: 1300 metri circa.
Mancavano pochi minuti alle 11. I vigili del fuoco temendo per la vita dell’uomo che viveva nella casa da solo e di cui non si sapeva nulla hanno allertato immediatamente il 118. Una squadra di pompieri è così partita con l’elicottero del soccorso levatosi in volo da Caiolo, mentre un’altra dopo aver lasciato i mezzi sul territorio comunale di Spriana si è avventurata a piedi. Arrivati sul posto i soccorritori hanno tirato un sospiro di sollievo vedendo il proprietario della baita, un uomo di 68 anni, vivo, in piedi fuori dalla sua casa mentre la guardava bruciare.
Stupore, nel vedere il proprietario sul posto così passivo, ma soprattutto sollievo per le sue condizioni di salute, i sentimenti provati da pompieri e personale del 118. I vigili del fuoco si sono messi al lavoro per cercare di domare le fiamme utilizzando l’acqua presente sul posto non avendo potuto raggiungere la località con mezzi propri. Un intervento del tutto inutile. La baita è stata completamente distrutta dalle fiamme. Restano ancora da definire le cause dell’incendio.

l.begalli

© riproduzione riservata