Venerdì 29 Gennaio 2010

Arnie incendiate
a Ponchiera

Non sembrano esserci molti dubbi ormai: l’incendio che una settimana fa ha distrutto una decina di alveari a Ponchiera difficilmente può aver avuto cause naturali. In pratica, quindi, gli inquirenti penserebbero senza mezzi termini a un incendio doloso. Ad andare in fumo sono state le arnie di legno, fortunatamente vuote, di un apicoltore che produce il miele in località Scherini, vicino alla chiesa sconsacrata di Ponchiera. Arnie in legno, non dotate di alcun tipo di impianto elettrico e quindi non certo interessate da possibili cortocircuiti. È quantomeno molto probabile quindi che qualcuno, approfittando del buio, abbia raggiunto la schiera di arnie e abbia appiccato il fuoco, utilizzando quasi sicuramente un’esca che non lascia tracce. Non sarebbero state trovate taniche di benzina o tracce di liquido infiammabile. Le strutture in legno, perfettamente asciutte per il clima secco di questi giorni, hanno rapidamente preso fuoco finendo completamente distrutte. Indaga la polizia.

r.carugo

© riproduzione riservata