Giovedì 28 Gennaio 2010

Centrale di Fusine:
il sindaco chiede controlli

Il sindaco Giulio Bianchini non risparmia le proprie rimostranze a Fusine Energia, società del gruppo Holcim che ha realizzato la centrale a biomassa ormai prossima ad avviare la sua attività nell’area ex Valcem. «Il Comune avrebbe come minimo dovuto essere preavvertito che si sarebbero iniziate le operazioni di collaudo» ha detto con fermezza il primo cittadino di Fusine nel corso del faccia a faccia intercorso tra l’amministrazione e la spa ad inizio settimana. «Le preoccupazioni seguite alle iniziali operazioni di collaudo hanno già creato qualche attrito: sono iniziate senza che la società avesse fatto preventivamente conoscere il programma di lavoro» .
In particolare si è puntato l’indice contro i fumi che hanno fatto la loro prima comparsa in paese un paio di settimane fa, creando non poca preoccupazione: «Una sgradita sorpresa, che si è tramutata in allerta nella mattinata del 20 gennaio, giorno in cui le emissioni sono diventate scure ed inquietanti». Bianchini non ha esitato a richiedere immediatamente i controlli dell’Arpa, l’ente regionale preposto alla protezione ambientale.

r.carugo

© riproduzione riservata