Mercoledì 20 Gennaio 2010

"Il Crotto di Piattamala
diventi un sito archeologico"

Un sito archeologico a pochi passi dal confine con la Svizzera. L'assessore alla Cultura del Comune di Tirano, Bruno Ciapponi Landi, lancia l'idea di riaprire gli scavi nel crotto dove nel 1884 del tutto casualmente vennero rinvenuti due pugnali antichi perfettamente conservati. I due manufatti risultarono risalenti al XVII secolo a.C, in piena Età del Bronzo e divennero noti come i "pugnali di Piattamala". Ora la disponibilità, a verificare che nell'area del crotto non vi siano altri reperti della stessa natura, arriva anche dalla Soprintendenza, che avrebbe a disposizione un contributo di 100mila euro per dare avvio all'operazione. Secondo Ciapponi Landi, se i due pugnali già rinvenuti sono in mano alla famiglia Pievani, che li custodisce nel caveau di una banca, l'area, ora del Comune, potrebbe diventare un sito archeologico, oggetto di studi e segnalato a beneficio di quanti visitano la zona, attirati dal circuito costituito da San Remigio, Santa Perpetua e dal trenino rosso del Bernina, patrimonio Unesco.

a.polloni

© riproduzione riservata