Sabato 16 Gennaio 2010

Buche, i lavori
dalla primavera

L’assessore ai Lavori Pubblici della Provincia, Silvana Snider, insieme al dirigente del Settore Viabilità di palazzo Muzio, ha incontrato ieri nei propri uffici il prefetto di Sondrio Erminia Rosa Cesari e il responsabile Anas di Sondrio. All’ordine del giorno diversi argomenti, fra questi l’attuale condizione del manto stradale della Statale 38.
Alla richiesta dell’assessore Snider affinché Anas programmi una serie di interventi che possano essere risolutivi, l’ingegner Mutti ha dato precise garanzie illustrando le opere in previsione per le quali è già stato pubblicato il bando di gara. A partire dalla prossima primavera, con l’esecuzione dei lavori durante la notte, Anas procederà alla scarifica e alla riasfaltatura del tratto di SS38 compreso fra Morbegno e Tirano per un importo complessivo di oltre 2.270.000 euro. Un altro milione di euro sarà, invece, destinato da Anas ad altri interventi di sistemazione, mentre 900.000 euro saranno impiegati per la manutenzione ordinaria. Dalla prossima primavera, dunque, il problema delle buche troverà una soluzione definitiva.
Nel corso dell’incontro, inoltre, l’assessore Snider ha esposto la situazione relativa alla sicurezza della rete viaria provinciale per la quale sarà necessario reperire ulteriori finanziamenti. A tale proposito il prefetto ha garantito la massima collaborazione al fine sia di interessare il Ministero competente in materia di sicurezza stradale sia di individuare i tratti a più alto rischio. Ricerca questa che sarà possibile grazie anche all’aiuto della Polizia di Stato.
Sempre in tema di sicurezza è emersa nel confronto tra le parti la questione relativa alla collocazione della cartellonistica pubblicitaria, che si vorrebbe limitare allo stretto necessario proprio per problemi di sicurezza, lungo le strade di Valtellina e Valchiavenna. Questione quest’ultima che spesso mete in difficoltà i comuni chiamati ad esprimersi sulla legittimità delle richieste. Anche in questo caso il Prefetto, collaborando con l’Amministrazione Provinciale, si è impegnato al fine di redigere, in base a quanto previsto dalla legge, un regolamento chiaro e semplice utile a definire le richieste autorizzabili. Disponibilità questa confermata dal prefetto anche rispetto alla definizione di specifiche regole per il possibile intervento di privati per quanto riguarda i messaggi pubblicitari e gli allestimenti da porre all’interno delle rotatorie.
«Sono molto soddisfatta per l’esito dell’incontro - ha dichiarato Snider - le risorse per la viabilità non sono mai sufficienti, ma se ben gestite possono davvero dare ottime risposte. È nostra intenzione - ha aggiunto - programmare a breve un incontro anche con il Capo Dipartimento Anas di Milano, ma soprattutto costituire un tavolo di confronto con Anas e Prefettura al fine di proseguire in questo cammino di collaborazione e di dialogo per pianificare con lungimiranza ogni tipo di intervento volto a garantire la massima sicurezza ai cittadini della provincia di Sondrio».

l.begalli

© riproduzione riservata