Lunedì 11 Gennaio 2010

Lotteria Italia:
un flop in Valle

Sondrio cenerentola della Lotteria Italia 2009. Non solo perché non ha vinto nulla, ma perché la nostra provincia è stata l’ultima per volume di gioco nell’acquisto di tagliandi. Insomma, la storia della vecchina che all’Epifania distribuisce, tramite Lotteria, valanghe di soldi, in città non se l’è bevuta nessuno. A ragione, viste le vincite… In Lombardia, regione nella quale si è giocato più che in tutte le altre, sono stati venduti 1,6 milioni di biglietti, con Milano che si accaparra il 50,2% del totale, con 804 mila tagliandi staccati. Tra le province che più hanno tentato la fortuna - si apprende da Agipronews che ha elaborato tutti i dati dell’Amministrazione dei monopoli - spiccano Brescia, con 241 mila biglietti (15%), e Bergamo con 113 tagliandi (7%). Seguono Varese, con 105 mila tagliandi (6,5%) e Pavia con 84 mila (5,2%).
E Sondrio? La provincia è davvero ben lontana dal "ranking" delle prime cinque province lombarde. Ovvero dalla classifica delle province che più si sono affidate alla dea bendata della Lotteria Italia e alla sua cornucopia. Infatti con i suoi 10.860 biglietti venduti, Sondrio figura all’ultimo posto tra le province lombarde. Como è a 58.600 tagliandi venduti mentre Lodi è a 60.580. Mantova fa peggio con 53.020 biglietti e Cremona è tra le ultime con 44.960 biglietti acquistati. Lecco penultima con 25.800. Un calo generalizzato nelle vendite che a Sondrio è più pesante che da altre parti. Infatti in provincia si è passati dai 15.920 biglietti venduti nel 2008 ai 10.860 venduti nel 2009 con un calo del 31,7 per cento. Il maggior calo in Lombardia è quello di Como. Nel capoluogo voltiano, infatti, nel 2008 erano stati venduti 114.820 tagliandi mentre nel 2009 ne sono stati venduti 58.620 per un calo del 48,9 per cento. Quasi il cinquanta per cento di biglietti in meno. Più sensibile, invece, anche se si pone tra le prime province lombarde, il calo varesino: -34,4 per cento essendo passata Varese dai 161.790 biglietti acquistati nel 2008 ai 105.990 acquistati nel 2009.
Ma chi ha calato di più gli acquisti di tagliandi della Lotteria Italia? La provincia di Mantova che ha accusato un calo del 39,2% di tagliandi acquistati (dagli 87.280 del 2008 ai 53.020 del 2009). In Lombardia il calo di Lotteria Italia si è attestato, nel complesso a un meno 34 per cento con una perdita di più di ottocentomila biglietti dal 2008: da 2,4 milioni di tagliandi venduti nel 2008 a 1,6 milioni di biglietti venduti nel 2009.
Ma quali sono le ragioni di questo crollo verticale? Molte e variegate, dicono gli esperti a questo proposito. Tanto per cominciare molti acquisti (e relative vendite) avvengono negli autogrill delle autostrade e Sondrio, da questo punto di vista, è penalizzato in partenza.
Poi c’è la questione legata al fatto che questo tipo di lotteria è in calo sensibile a causa della concorrenza di giochi altrettanti remunerativi ma che nascono e "muoiono" nel giro di pochi giorni, se non di ore. Tutte motivazioni che rendono del tutto plausibile il calo delle vendite dei biglietti.

l.begalli

© riproduzione riservata