Giovedì 07 Gennaio 2010

Motoslitte non in regola:
via ai controlli a Trivigno

Controllo a tappeto contro l’uso non autorizzato delle motoslitte sulle nevi di Trivigno, dove circa una su due circola senza il regolare permesso. Dopo alcune segnalazioni giunte in municipio da parte di frequentatori della zona, le autorità preposte alla sorveglianza del territorio hanno deciso di alzare il livello di guardia, avvalendosi anche dell’aiuto delle guardie ecologiche volontarie che si sono fatte vedere in questi giorni a Trivigno, richiamando i titolari delle autorizzazioni a un corretto utilizzo delle motoslitte e segnalando in comune eventuali trasgressori.
La circolazione delle motoslitte sul territorio comunale montano di Tirano è regolato, infatti, da un’ordinanza del 2003, che ne vieta il transito fatta eccezione per i mezzi di servizio e soccorso e per i titolari di una speciale licenza. Tale permesso può essere concesso esclusivamente ai titolari di attività ricettive o di pubblici esercizi nella zona e ai proprietari di abitazioni o con un contratto di affitto, comunque non più di venti per ogni stagione invernale e soltanto su percorsi prestabiliti. Attualmente, sono stati rilasciati sedici permessi.
«Abbiamo l’elenco delle persone autorizzate a circolare con le motoslitte sul territorio comunale - precisa il responsabile delle guardie ecologiche volontarie Gianni Calende -. Per tutti gli altri vige il divieto assoluto di transito. Ricordiamo, pertanto, a tutti i frequentatori della zona di attenersi al regolamento, per evitare di finire sanzionati».
Oltre ai problemi di sicurezza che può causare un uso improprio delle motoslitte - come i numerosi incidenti, in qualche caso mortali, avvenuti in passato anche nella nostra provincia stanno purtroppo a testimoniare - le multe per i trasgressori sono piuttosto salate e possono arrivare fino a 1.000 euro, che coi tempi che corrono non sono certo poca cosa per le tasche di un comune cittadino. «In questi giorni sono giunte segnalazioni di una trentina circa di motoslitte in circolazione nella zona di Trivigno (circa il doppio di quelle autorizzate, ndr), per questo stiamo effettuando dei controlli - continua Calende -. Il problema riguarda soprattutto le zone di confine con la provincia di Brescia. Nel comune di Corteno Golgi, infatti, la circolazione delle motoslitte è libera, pertanto può succedere che qualcuna entri nel territorio della nostra provincia, senza sapere che qui il transito è regolamento e che ci vuole uno speciale permesso».

l.begalli

© riproduzione riservata