Venerdì 01 Gennaio 2010

Altri tre in manette
per spaccio di droga

Dopo i sei arresti del 29 dicembre, altre tre persone sono finite in manette il 30. E sempre per droga. Tutto questo nell’ambito di un’ulteriore operazione condotta dalla polizia su impulso del questore Michelangelo Barbato per bloccare i consueti canali di rifornimento di sostanze stupefacenti dall’hinterland milanese.Nei guai sono finiti tre sondriesi: Simone e Roberto Pozzoni, rispettivamente di 26 e 29 anni, e Angelica Gianotti di 24. Stavano tornando in Valtellina in auto quando sono stati fermati dagli agenti della sezione narcotici appostati a Cosio. Quando hanno visto glia agenti, i tre hanno lanciato dal finestrino del veicolo un involucro in plastica che però è stato recuperato. Al suo interno c’erano circa 7,8 grammi di eroina. Una volta fermati, i tre sono anche stati perquisiti. I poliziotti hanno così scoperto che la ragazza aveva con sé anche 1,30 grammi di cocaina; Simone Pozzoni 59 grammi di metadone suddiviso in 5 dosi preconfezionate e Roberto Pozzoni tre distinti involucri di cui uno contenente 1,10 grammi di eroina, uno con 1,20 grammi della stessa sostanza e un altro con 1,10 grammi di cocaina. Tutti è tre sono stati quindi arrestati con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Simone Pozzoni, il giovane alla guida della vettura fermata, deve anche rispondere del fatto che si trovasse al volante senza la patente, che risultava essergli già stata ritirata. Per questo gli sono state comminate le sanzioni previste dal codice della strada. Dei tre arrestati, i due indagati di sesso maschile sono stati condotti alla casa circondariale di Sondrio, la ragazza invece al Bassone di Como.

r.carugo

© riproduzione riservata