Venerdì 20 Novembre 2009

La "mille per mille"
anima le vie di Bormio

E' scattata ieri la grande corsa di Bormio, la “mille per mille”, che ha preso il via alle 12, al rintocco della Bajona, l’antica campana che domina la piazza del Kuerc. La pluricampionessa Deborah Compagnoni, dopo aver acceso la fiamma olimpica che rimarrà per oltre tre giorni a “riscaldare” la piazza, ha aperto le danze correndo per prima i mille metri del circuito nel centro storico di Bormio. Ha poi passato il testimone all’ex azzurro Pietro Vitalini, con lei tra i fondatori dell’associazione benefica “Sciare per la vita” alla quale è abbinata la manifestazione.
Un evento sì da Guinness dei primati, ma anche un evento solidale con la raccolta fondi per la lotta alla leucemia infantile. Terzo pettorale per Pierluigi Spechenhauser, il presidente dell’Unione Sportiva Bormiese, la società che organizza l’evento. Di seguito amministratori locali, i ragazzi del liceo di Bormio, la squadra delle Pedalà, il primo gruppo della Bormiese Calcio e quello della Bormio Ghiaccio. I primi bilanci, ieri pomeriggio, dopo le prime cinquanta partenze con la corsa in netto anticipo sulla tabella oraria di quasi 20 minuti. Gli organizzatori avevano indicato come tempo medio di percorrenza dei mille metri 4’ e 40” ma i primi concorrenti hanno tenuto un ritmo decisamente più rapido. Di Francesco Berbenni (3’04”57) e di Francesca Rastelli (3’55”54) le migliori prestazioni durante le prime ore di corsa.

l.begalli

© riproduzione riservata