Giovedì 19 Novembre 2009

Sondrio, aria di crisi:
"Ma io sono tranquillo"

La sconfitta subita domenica scorsa a Merate (la quarta consecutiva) ha fatto scattare l’allarme in casa Sondrio. La situazione in classifica non è ancora preoccupante ma il presidente Oriano Mostacchi ha voluto, martedì sera prima della ripresa degli allenamenti, parlare alla squadra. «Non sono affatto preoccupato – il pensiero del massimo dirigente sondriese -. Ho cercato di far capire ai giocatori che, a questo punto, è inutile lamentarsi per le assenze di elementi come Rigamonti, Bongio o Mafessoni. Anche perchè chi scende in campo al loro posto è altrettanto valido e bravo. Prendiamo ad esempio la coppia di difensori centrali Fiorina-Giorgetta: sono sicuro che non è seconda a nessuno nella categoria. Come sono sicuro che Fiorina, se ha la fortuna di essere visionato dagli osservatori può benissimo andare a giocare tra i professionisti. Tra l’altro non si deve dimenticare che stiamo giocando bene ed anche quando perdiamo, come con il Villa D’Adda, il Seregno e il Merate, non subiamo le avversarie. Anzi spesso sono degli episodi a condannarci».

e.ceriani

© riproduzione riservata