Venerdì 13 Novembre 2009

Guidava contromano:
patteggia un anno

Un anno di reclusione, anche se con il doppio beneficio della sospensione condizionale e della non menzione nel casellario giudiziario. È questa la pena patteggiata ieri mattina davanti al gup Pietro Della Pona da Marc Ian Telling, inglese di 27 anni accusato di omicidio colposo per l’incidente stradale successo il 25 ottobre dell’anno scorso a Sondalo, all’interno della galleria di Mondadizza.
A perdere la vita era stato Walter Robbiani, un quarantenne comasco che era venuto a far visita al padre, da qualche tempo stabilitosi in Valtellina. Robbiani viaggiava sul sedile del passeggero anteriore della Fiat Punto condotta dall’amico Massimo De Lucca quando i due, diretti verso Tirano, si erano trovati di fronte il furgone Fiat Ducato guidato dal turista inglese diretto verso Bormio. Alla vista dei fanali del mezzo pesante che gli venivano incontro, l’uomo alla guida della Punto non aveva avuto il tempo neanche di abbozzare una vera e propria reazione se non quella istintiva di attaccarsi ai freni.
Lo scontro, violentissimo, aveva provocato lesioni tanto gravi a Robbiani da ucciderlo praticamente sul colpo rendendo inutili i soccorsi.
L’episodio aveva destato un enorme scalpore, soprattutto per le cause dell’incidente. Tutto era successo perché Telling, abituato alla guida a sinistra della Gran Bretagna, si era messo istintivamente sulla corsia di sinistra. Un momento di distrazione, insomma, ma dalle conseguenze drammatiche.

l.begalli

© riproduzione riservata