Venerdì 13 Novembre 2009

Pgt da rifare
a Campodolcino

E’ durato solo qualche mese il nuovo Piano di Governo del Territorio di Campodolcino. La nuova amministrazione comunale ha dato seguito in questi giorni a quanto deciso durante l’estate. Gli elaborati approvati dal consiglio comunale alla fine dello scorso anno non hanno più nessuno valore e il Comune si è messo alla ricerca di un tecnico per la realizzazione di un nuovo strumento urbanistico.
Troppe e troppo rilevanti secondo l’amministrazione guidata dal sindaco Daniela Fanetti le prescrizioni della Regione Lombardia nei confronti del "vecchio" Pgt: mancata coerenza tra il Pgt e le “politiche regionali definite dalla nuova Legge di governo del territorio”, aree di rilevanza paesaggistico-ambientale e di valore ecologico non individuate o disciplinate per la loro salvaguardia e valorizzazione, aree a rischio di compromissione non definite e riportate nella cartografia, carenze nel quadro dei contenuti della Valutazione Ambientale Strategica sono in estrema sintesi i rilievi del Pirellone che contrastano con il Pgt. Rilievi che se non recepiti renderebbero il Pgt non approvabile. Il comune ha, quindi, deciso di cambiare strada. Trovando su questa strada anche l’accordo della minoranza capeggiata da Giacinto Del Curatolo. Ovviamente contraria, invece, l’altra minoranza guidata dall’ex sindaco Emilio Guanella che, in consiglio comunale, ha ribadito come, a suo dire, i rilievi fossero superabili e che un nuovo Pgt comporterà un aggravio di costi per il comune.

a.marsetti

© riproduzione riservata