Sabato 07 Novembre 2009

Vinti al Superenalotto
più di 110 mila euro

Ben 111.700 euro di vincita da dividere fra sette fortunati valchiavennaschi. Ieri, il superenalotto ha portato un bel gruzzoletto al bar Nandino di Prata Camportaccio. Tutto merito di un sistemone proposto da Paola Fumagalli, titolare della ricevitoria insieme al fratello Remo. I numeri sono stati scelti dal computer, ma la schedina vincente è stata messa a disposizione dei clienti dai due gestori.
«E’ la vincita più importante della storia per il nostro bar – spiegano con soddisfazione dal bancone del bar di via Roma -. E’ arrivata grazie a un 4+super star. Con dieci euro se ne sono guadagnati sedicimila a testa. Non male, soprattutto in questo periodo di crisi» .
L’identità dei sette fortunati vincitori è nota ai clienti abituali. Si tratta di due giovani, di alcune persone di mezza età e di un paio di pensionati.
Visto che non si tratta di cifre da capogiro, i fortunati valchiavennaschi non si sono nascosti e hanno ammesso davanti ad amici e parenti di avere in tasca la preziosa schedina.
Due sono di Prata, gli altri sono clienti del “Nandino” provenienti da altri paesi della Valchiavenna. Qualcuno ha spiegato agli amici come utilizzerà i soldi guadagnati con il superenalotto.
«C’è chi comprerà la macchina nuova, chi ha fatto due conti e, scherzando, ha detto “adesso smetto di lavorare” - aggiungono i titolari -. Tutti sono stati molto contenti, e non potrebbe essere altrimenti. Non è una cifra che cambia la vita, ma sedicimila euro fanno comodo a tutti». E in attesa di festeggiare insieme ai sette fortunati, al bancone del bar è stato appeso un grande cartello per celebrare a dovere l’avvenimento.
La speranza dei clienti è una sola: incontrare i vincitori uno alla volta, in modo da potere brindare in più occasioni con i diversi vincitori. Intanto tutto lascia pensare che, dopo questa bella notizia, si accenderà ancora di più la voglia di giocare qualche euro e tentare la fortuna.
Non sono mancate, negli ultimi anni, vincite di un certo livello nelle ricevitorie della Valchiavenna. Alla fine del 2008, a Gordona il “Gratta e vinci” aveva portato addirittura mezzo milione di euro. In una ricevitoria di Chiavenna era stata segnalata la vincita di una cifra milionaria, ma successivamente erano emersi dei ritardi nella riscossione del premio.

l.begalli

© riproduzione riservata