“Veltlinerin”, il coraggio delle migranti
Un gruppo di Veltlinerin

“Veltlinerin”, il coraggio delle migranti

In un dvd dell’associazione Argonaute le storie del dopoguerra di undici ragazze valtellinesi

Il periodo il secondo dopoguerra, l’età quella bella dei 18 anni o giù di lì, la voglia di provare una nuova esperienza di vita (un sogno) o di cercare comunque di poter vivere meglio di quanto non fosse in quel momento possibile. È stato così che tante ragazze di Valtellina sono emigrate (nel dopoguerra) nella vicina Svizzera: per andare a cercare un futuro.
E le Argonaute, Associazione di donne per le donne del comprensorio alpino valtellinese, hanno raccolto la testimonianza di 11 di quelle ragazze (che nel frattempo hanno “litigato” col tempo) e ne hanno ricavato un dvd: “Ero una Veltlinerin”. Verrà presentato (distribuito) in occasione del convegno a ingresso libero, programmato per sabato 23 novembre, dalle 9 alle 12, presso la sala consiliare della provincia, con aperitivo “Campagna Amica” alla fine dei lavori. Maura Cavallero e Maria Marchesi(Argonaute docg) hanno presentato ieri il loro ultimo progetto. «Seguendo il percorso iniziato con la levatrice, la maestra, la donna terra e famiglia, e la donna in cucina – hanno presentato – siamo ora sulle orme di un gruppo di ragazze che vissero l’esperienza dell’emigrazione verso la Svizzera nel primo dopoguerra. Ragazze coraggiose e intraprendenti, alla ricerca dell’aiuto per la famiglia o della propria indipendenza. Per loro coraggio e determinazione ma anche fatiche e sofferenze non sono mancate».


© RIPRODUZIONE RISERVATA