Sono finiti i lavori all’argine  Via Fanfulla è stata riaperta
I lavori fatti per lo svaso lungo il corso del torrente Lesina e mettere in sicurezza l’area

Sono finiti i lavori all’argine

Via Fanfulla è stata riaperta

Continuano gli interventi per la sicurezza dopo gli smottamenti

Parere favorevole alle opere a Canargo: prevista una spesa di 147 mila euro

Strade che vengono riaperte al piano e in Val Lesina, lavori in affidamento per la messa in sicurezza e procedure amministrative in corso. Il Comune di Delebio lavora ancora per le conseguenze degli eventi calamitosi che a metà del mese scorso hanno colpito il paese con particolare intensità, evidenziando dissesti e problemi in Val Lesina e di conseguenza per l’abitato.

È di ieri la decisione dell’amministrazione comunale di revocare l’ordinanza sindacale del 12 giugno a seguito del rischio smottamenti legati alle precipitazioni straordinarie e riaprire il transito veicolare e pedonale di via Fanfulla da Lodi dal confine con il comune di Andalo fino all’intersezione con via Torrazza. Il provvedimento è stato reso possibile a seguito dell’esecuzione dei lavori di ricostruzione dell’argine e quindi il ripristino delle condizioni di sicurezza. Revoca parziale anche per la chiusura della strada Delebio-Canargo-Valpianella-Osicco.

È di ieri anche il provvedimento che dà il via all’appalto dei lavori di messa in sicurezza e ripristino del tratto di strada agro-silvo-pastorale “Basalun-Taiada-Canargo di Sopra-Osiccio di Sopra” e dopo diverse valutazioni il Comune ha stabilito di procedere ai lavori a Canargo di Sopra posticipando il ripristino del tratto in località Valpianella a una fase successiva. La perizia giustificativa dei lavori di somma urgenza chiude complessivamente in circa 147mila euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA