Montagne di cioccolato fa il pieno di visitatori. È stata la carica dei 550
Grande partecipazione all’evento “Montagne di cioccolato” svoltosi a Gerola Alta

Montagne di cioccolato fa il pieno di visitatori. È stata la carica dei 550

Bilancio positivo per l’evento di Gerola con sei tappe dedicate ai sapori prese d’assalto. Tanti, in particolare, i giovani arrivati in compagnia

In 550 alle Montagne di cioccolato. Giornata da leccarsi le dita quella di Pasquetta a Gerola, dove si è svolta l’iniziativa “Montagne di Cioccolato”, sei tappe dei sapori, dal dolce, alla frutta, dalla cioccolata calda, bianca, fondente ai liquori dolci e thè aromatici da gustare nei percorsi allestiti nel centro del paese. L’appuntamento del Lunedì dell’Angelo è da sempre molto atteso dopo il successo delle passate edizioni predisposte dall’ecomuseo della Valgerola, affiancato dalle associazioni del paese.
Chi lunedì è arrivato a Gerola ha goduto della celebre manifestazione itinerante a tappe tra manicaretti, “piattini”, portate, bevande fumanti e dense, tutte dedicate al goloso dolce a base di cacao, burro di cacao e latte da assaggiare nei luoghi più caratteristici e coreografici del paese alpino. Sono stati tanti i turisti che nel giorno di Pasquetta hanno raggiunto Gerola Alta, importante stazione alpina della Valtellina, per prendere parte alla 4ª edizione di Montagne di Cioccolato. A organizzare l’evento era  l’ecomuseo della Valgerola, insieme alle associazioni locali, con i partner di produzione, ChocoAlpi, “fabbrica del cioccolato” valtellinese. Nelle tazzine e sui piatti, sui taglieri di portata, è stata servita cioccolata fondente con dolcetti, mousse di cioccolato, verticale di sette cioccolati, torte di cioccolato, cioccolata calda da guarnire, da assaporare con frutta fresca. Serviti oltre cinquanta chili di cioccolato, cento litri di latte, panna.
Con il meteo che ha garantito alla manifestazione il bel tempo, prima degli annunciati temporali e della pioggia con cui si è aperta ieri la settimana post festiva.
«Quest’anno – ha affermato Sergio Curtoni, responsabile dell’evento per Ecomuseo Valgerola – abbiamo avuto le previsioni che “remavano” contro. Per il pomeriggio dalle 14 era stata annunciata un po’ di pioggia, invece abbiamo avuto bel tempo fisso e stabile. Con clima caldo la gente è arrivata. La novità di quest’anno – ha aggiunto – è stata la grandissima partecipazione di ragazzi molto giovani, in coppia, in compagnia».
«È piaciuta molto la tappa “gastronomico-artistica”. Si doveva dipingere, con i pigmenti della polvere di cioccolato. Anche il pinzimonio da intingere nella cioccolata calda, la verdura alla frutta, col risultato di gusti arditi e inconsueti, è piaciuto. In generale  tutte le postazioni sono state apprezzate, tutto è andato liscio, con numeri giusti». 
«Vanno ringraziate le associazioni locali, Pro loco, I Giaroi, gli Amici di Laveggiolo, gli Amici di Castello, gli Alpini, vero cuore dell’evento, la cui partecipazione è sempre preziosa e encomiabile». 
La prossima manifestazione per Gerola è quella del 12 maggio con  la “Sagra della Capra Orobica”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA