“Memorial Genfry”, che emozioni  Sfide a calcio insieme a tanti amici
Caffè Lucignolo, squadra vincitrice del torneo di calcio a 6 “Memorial Genfry”

“Memorial Genfry”, che emozioni

Sfide a calcio insieme a tanti amici

A Tirano manifestazione che ha unito divertimento, il ricordo del giovane e l’aspetto solidale

Il progetto consiste in un laboratorio  di psicomotricità per i bambini per favorire la socialità

Sei squadre (Beton Antonioli, De la Tour, Caffè Lucignolo, Cccezionale!, I suini, Sacro Macello) e in tutto 55 giocatori alla quinta edizione del torneo di calcio a 6 “Memorial Genfry” che si è tenuto lo scorso fine settimana a Tirano, per iniziativa di Csi di Tirano e “Genfry c’è” gruppo in cui sono raccolti gli amici del giovane (classe ’86) tragicamente scomparso nel gennaio 2015 a Tirano.
Una manifestazione che ha unito divertimento, il ricordo di Genfry - commovente il minuto di silenzio prima della finale - e l’aspetto solidale. «Siamo contenti, perché, a distanza di cinque anni, i ragazzi che hanno giocato hanno dimostrato interesse per l’evento e per quello che rappresenta - afferma Alfredo De Petri, uno degli organizzatori -. Ho ricevuto ringraziamenti da tutte le squadre per aver avuto la possibilità di ritrovarsi in questo appuntamento. C’è stato un calo del numero delle squadre, ma ciò non ci preoccupa. Probabilmente il periodo (alcuni capitani delle squadre degli anni passati erano in vacanza) e la presenza di tornei più blasonati con premi in denaro molto appetibili hanno fatto sì che il numero quest’anno fosse inferiore».
Campione per il terzo anno è risultata la squadra Lucignolo, secondo posto per Beton Antonioli e terzo per De la Tour. Capocannoniere Luca Marchesi (grande amico di Genfry, orgoglioso di ricevere il premio) con sei reti, squadra Beton Antonioli; miglior portiere Alessandro Verzaglia, Beton Antonioli, mentre il premio Fairplay è andato alla squadra Cccezionale! con nessuna ammonizione in sette partite, unica squadra. Il premio fairplay era alla memoria di Marcello Gualteroni, membro del Csi Tirano scomparso pochi anni fa che è stato, oltre che amico di Genfry sui campi da gioco, tra i sostenitori delle prime edizioni del torneo e ha aiutato gli organizzatori nei primi anni, offrendo il proprio aiuto come arbitro e facendo da tramite per l’organizzazione del torneo tra associazione “Genfry c’è” e “Csi Tirano”. Il premio in questo caso è stato consegnato da una rappresentanza della famiglia di Marcello e, cioè, il figlio Marco accompagnato dalla moglie Erika, che ha consegnato la coppa alla squadra Cccezionale! Gli altri premi sono stati consegnati dal neo assessore allo Sport, Stefano Portovenero.
«Come sempre l’intero ricavato, al netto delle spese, sarà devoluto in beneficenza per sostenere il progetto ideato e finanziato dalla collaborazione tra associazione “Genfry c’è” e Cooperativa sociale San Michele - prosegue De Petri -. Il progetto si chiama “CresciAmo a Tirano”, un laboratorio  di psicomotricità per i bambini per favorire la socialità, l’aggregazione, il movimento nell’infanzia. Ringraziamo, come sempre, De La Tour per il servizio svolto, le persone che ci hanno aiutato nell’organizzazione a tenere aggiornate classifiche durante il torneo, nel prestarci furgoni e mezzi per il trasporto dei tavoli e delle panchine, fare le foto, pulire a fine torneo. Un grazie al Csi per aver reso disponibile l’attrezzatura e averci aiutato nell’organizzazione con gli arbitri ufficiali. Ringraziamo anche gli arbitri, Alberto Gusmeroli, punto di riferimento per le iscrizioni e l’organizzazione dei calendari delle partite, la Pro loco di Tirano e, soprattutto, ringraziamo i ragazzi per l’affetto dimostrato nel ricordo di Genfry».


© RIPRODUZIONE RISERVATA