Malore stronca escursionista in Valmasino
Soccorsi all’opera in Val Gerola

Malore stronca escursionista in Valmasino

La tragedia questa mattina. Grave invece un sacerdote toscano soccorso sul Legnone

Giornata intensa per i soccorsi in quota in Bassa Valle. La VII Delegazione Valtellina- Valchiavenna del Soccorso alpino alle 10, 30 è intervenuta con il Sagf della Guardia di finanza a supporto dell’elisoccorso di Como per un uomo di 61 anni, un sacerdote residente a Seggiano in provincia di Grosseto, precipitato sul monte Legnone e ricoverato in prognosi riservata in rianimazione per un politrauma all’ospedale di Lecco.
L’uomo era in compagnia di amici per un’escursione alla Croce del Legnone e stava scendendo sulla sponda del monte verso Colico quando è scivolato per un centinaio di metri rovinando a terra.
Sul posto anche carabinieri di Colico e sanitari del 118, che dapprima hanno trasportato il ferito all’ospedale di Gravedona, quindi viste le sue condizioni, al nosocomio di Lecco.
Non c’è stato nulla da fare invece per un uomo di 56 anni, originario di Paderno Dugnano, che questa mattina si trovava in Val Masino con un amico. L’obiettivo era raggiungere il rifugio Omio. Lasciata l’automobile nell’area dei Bagni Masino, i due hanno imboccato il sentiero che porta in quota, ma l’uomo dopo soli 10 minuti di cammino ha avuto un malore ed è deceduto per un arresto cardiaco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA