L’Alta Valle piazza il tutto esaurito. E non solo per oggi
L’Alta Valle riesce ancora una volta a piazzare il botto di Ferragosto: da Grosio a Livigno passando per Bormio e Valfurva

L’Alta Valle piazza il tutto esaurito. E non solo per oggi

Presenze numerose per tutta la settimana

Tante le iniziative: c’è solo l’imbarazzo della scelta

La concorrenza è veramente forte, ma ciononostante l’Alta valle riesce sempre a piazzare il botto di Ferragosto.
Un pienone nell’intero comprensorio della Comunità montana di Bormio non solo odierno ma che si allungherà almeno fino a domenica, ma in quasi la totalità delle località si estenderà anche a settimana prossima.
Il vasto programma delle infinite offerte inizia oggi con gli appuntamenti classici di pranzi in montagna.
Ferragosto significa messa alle 11 e poi pranzo a mezzogiorno nella case della Chiesa nelle due vallate della Valgrosina: Eita e Malghera. Un appuntamento che ogni anno richiama centinaia di persone soprattutto fra i grosini trasferitesi nel Comasco, ma fedeli alla tradizione non mancano mai gli svizzeri anche se non fanno il tragitto a piedi come in passato dalla Val di Campo.
In serata c’è solo l’imbarazzo della scelta fra la “Notte Blu” di Valdisotto e la “Notte Viola” di Valdidentro. A Cepina si festeggia il patrono e per l’intera giornata sarà festa fra mercatini dell’artigianato, cucina tipica, musica e divertimento per ogni età. La terza edizione della “Notte Blu” inizierà alle 17 e proseguirà fino a tarda ora. La “Notte Viola” di Valdidentro invece inizierà in serata ed anche qui ci sarà solo l’imbarazzo della scelta.
Pienone anche a Bormio dove oggi saranno le montagne a farla da padrone con escursioni e camminate per ogni gusto. Le dighe di Cancano e Bormio 2000 sono le mete più gettonate. Valfurva propone questa sera alle 20,30 a Santa Caterina la tradizionale processione dell’Assunta, seguita dall’esibizione, alle 21, in piazza Migliavacca dal coro le Osc. «C’è il gran pienone - fanno sapere dalla Pro loco di Valfurva -. I turisti più affezionati preferiscono ancora effettuare la settimana completa di vacanza mentre ora in tanti optano per i tre giorni e poi cambiano meta. Dal 17 al 19 agosto avremo “La festa del cioccolato” in piazza Migliavacca dalle 10 alle 20 dove gli esperti insegneranno l’arte a grandi e piccini. Gli impianti di risalita sono sempre aperti e le escursioni ai ponti tibetani dei Forni sono una grande attrazione come le gite sui ghiacciai. Ma sarà un Ferragosto anche all’insegna dello sport il 17 col trofeo di corsa Barbara Compagnoni, rivolto soprattutto ai bambini, alle 14 a Santa Caterina. Sempre in ottica sportiva ricordiamo la Coppa del Mondo di sci d’erba in programma il 31 agosto a Santa Caterina».
Da un estremo all’altro, ovvero dalla Forcola al lago del Gallo, Livigno si estende per 14 km, ma sembrano addirittura pochi per contenere tutti i turisti che hanno scelto di trascorrere il periodo clou delle vacanze estive nel Piccolo Tibet.
«Grazie alla promozione riservata ai ciclisti che frequentano i nostri impianti abbiamo una buona fetta anche di turisti stranieri anche se come sempre sono gli italiani a farla da padrone in questo periodo della stagione - affermano dagli uffici dell’Apt di Livigno -. Per la giornata odierna di Ferragosto la gran parte dei ristoranti si sono organizzati per il classico cenone di Ferragosto all’aperto accompagnati dalla musica. Ovviamente in questi giorni fanno registrare numeri molto importanti a livello di afflussi l’Aquagranda, il Larix Park, le piste di downhill di entrambi i versanti, ovvero Carosello e Mottolino».


© RIPRODUZIONE RISERVATA