In 450 alla “Saór de Rèzel” nel Parco. Premiato il decano delle guide alpine
La prima guida alpina di Sondalo, Elio Pasquiroli, è stata premiata

In 450 alla “Saór de Rèzel” nel Parco. Premiato il decano delle guide alpine

Elio Pasquinoli è stato omaggiato durante la manifestazione in quota. Ospite d’onore della giornata l’alpinista e pilota di elicotteri nei soccorsi estremi, Simone Moro

Simone Moro ha conquistato anche la Val di Rezzalo. Questa volta il noto alpinista, pilota di elicottero nei soccorsi estremi, non è dovuto salire alla familiare quota di 8.000 metri per avere successo. Gli sono bastati i 2.000 metri di questo angolo stupendo del Parco dello Stelvio per ammaliare i 450 partecipanti della seconda edizione della Saór de Rèzel .
Moro ha raccontato la sua personale testimonianza come amante della montagna e della natura. Cento i volontari delle associazioni coinvolte (Gruppo le Cognate, Polisportiva e Spazzacamini di Le Prese, Vicinanza di Mondadizza, Alpini Sondalo, Polisportiva Sondalo Sport e Cai Sondalo) che hanno consentito il successo della manifestazione. Il “fil rouge” di questa edizione è stata proprio l’esaltazione della montagna, dei paesaggi naturali e delle tradizioni del nostro territorio in un’ottica di valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale. Gli organizzatori hanno deciso che questa edizione fosse l’occasione giusta per omaggiare il grandissimo Elio Pasquinoli (prima guida alpina di Sondalo, il cui contributo è stato fondamentale per l’ideazione della manifestazione), donandogli una scultura in legno che rappresenta il mondo della montagna che lui tanto ama.
Non poteva mancare anche la buona musica con i ragazzi del gruppo vocale de “Li Osc” e del gruppo “ColDiavoloIn3”, che si sono esibiti accompagnando con piacere i partecipanti lungo le tappe.
A chiudere la giornata ci hanno pensato gli “Shiver”, la band composta da cinque giovani amici di Lecco, che hanno animato la festa finale con brani di musica folk. Spettacolo puro sotto gli occhi del sindaco di Sondalo Ilaria Peraldini e del consigliere della Regione Lombardia Simona Pedrazzi. Tanta soddisfazione da parte degli organizzatori delle associazioni promotrici della giornata, l’associazione Giovani Frontale Gli Sgangherati e Apt Sondalo con il supporto dell’associazione Giovani Sondalo Li Simenza: «Siamo veramente felici del grande successo dell’iniziativa - dichiarano i presidenti Alexandra Ricetti, Gianni Pedranzini e Valter Partesana -. La gente ha espresso grande apprezzamento e questo ci rende particolarmente orgogliosi. Ringraziamo tutti i partecipanti e tutti i 100 volontari che si sono resi disponibili e hanno lavorato senza sosta per lo svolgersi della manifestazione; senza di loro tutto questo non sarebbe stato possibile. Il nostro obiettivo era quello di promuovere la Val di Rezzalo da un punto di vista paesaggistico, culturale e ambientale e speriamo di aver soddisfatto le attese dei partecipanti. La buona riuscita di questa seconda edizione ci ripaga del tempo e del grande lavoro svolto in questi ultimi tre mesi per realizzare un evento così grande e importante a 1.850 metri, in una valle bellissima».
Si archivia dunque con successo anche questa II edizione di Saór de Rèzel (evento gemellato con la Deguski, la camminata escursionistica che si terrà sulle nevi di Oga in Valdisotto).


© RIPRODUZIONE RISERVATA