Comuni confinanti: fondi a Bormio e Valfurva
Il municipio di Bormio

Comuni confinanti: fondi a Bormio e Valfurva

I due comuni riceveranno 500mila euro ciascuno. Approvato anche il quarto atto aggiuntivo alla convenzione relativa al progetto “Aree interne Valtellina”, che, garantisce 1 milione di euro al progetto P.R.I.M.O.

Sono stati approvati oggi, dal Comitato Paritetico del Fondo Comuni Confinanti, gli esiti dell’avviso 2019, che destina 24 milioni di euro a progetti presentati dai Comuni di Veneto e Lombardia confinanti con le province autonome di Trento e Bolzano. Il Comitato garantisce la partecipazione degli Enti locali nell’ambito della gestione dei fondi da assegnare ai territori confinanti e dopo aver individuato le priorità specifiche. Per i Comuni lombardi sono stati finanziati 15 progetti, per un importo complessivo di finanziamento di 8,5 milioni di euro, comprese le economie derivanti dalle rinunce sulle annualità precedenti, dei quali 7,5 milioni su 12 Comuni bresciani e 1 milione su 2 Comuni della provincia di Sondrio. «Tutti i progetti finanziati - ha spiegato l’assessore regionale alla Montagna, Enti locali e Piccoli Comuni, Massimo Sertori - sono di forte impatto per le Amministrazioni interessate e garantiranno una migliore infrastrutturazione dei territori con ricadute positive sia per le comunità residenti e i turisti che frequentano i comuni di confine».

Questi gli interventi in provincia di Sondrio: a Bormio 500.000 euro per i lavori di ripristino dell’impermeabilizzazione soprastante il solaio dell’autorimessa di via Peccedi; a Valfurva, 500.000 euro per i lavori di messa in sicurezza e adeguamento della viabilità comunale al servizio della Valzebrù, nella tratta Piazza Madonna del Carmine-Canaregia. Per la provincia di Sondrio, nel corso dell’incontro, è stato anche approvato il quarto atto aggiuntivo alla convenzione relativa al progetto “Aree interne Valtellina”, che, garantendo 1 milione di euro al progetto P.R.I.M.O. (Progettualità Integrazione Managerialità Opportunità Comunità Montana Alta Valtellina), dà piena copertura economica allo stesso, il cui ammontare complessivo è di 2,1 milioni euro, e assicura l’iter per le successive fasi di progettazione. «Si tratta - ha concluso l’assessore - di un intervento che consentirà una migliore integrazione di tutti i servizi per disabili che vengono erogati nel comprensorio dell’Alta Valtellina, con la realizzazione di una nuova infrastruttura per disabili attraverso l’adeguamento di un edificio esistente in località Scleva in Comune di Valdisotto».


© RIPRODUZIONE RISERVATA