Via libera e conferme al bilancio 2017 del Credito Valtellinese
È entrata nel vivo anche la trattativa sulla gestione dei 400 esuberi

Via libera e conferme al bilancio 2017 del Credito Valtellinese

La perdita d’esercizio ll’esame dell’assemblea il 27 aprile. Niente dividendo .

Il consiglio di amministrazione del Credito Valtellinese ha esaminato e approvato il progetto di bilancio d’esercizio e il bilancio consolidato al 31 dicembre 2017, confermando integralmente i risultati preliminari. All’assemblea di venerdì 27 aprile il consiglio proporrà di portare a nuovo la perdita dell’esercizio 2017 pari a 325,4 milioni di euro. Non sarà pagato alcun dividendo agli azionisti.

Nei giorni scorsi l’aumento di capitale del Credito Valtellinese è stato integralmente sottoscritto senza l’intervento dei sub garanti e del consorzio di garanzia. Al termine del periodo dell’esercizio dell’inoptato la ricapitalizzazione è risultata integralmente sottoscritta per un controvalore complessivo pari 699.660.561,30 euro. Sempre settimana scorsa l’agenzia Fitch ha alzato il Long-term issuer default rating del Credito Valtellinese a “BB-” da “B-”, rimuovendo il “Rating watch evolving”. L’outlook è ora positivo. Il rialzo segue la conclusione, con successo, dell’aumento di capitale di 700 milioni di euro, che apre la strada ad una accelerazione del piano di cessione di npl per un totale di 2,1 miliardi lordi di euro nel corso del 2018.

L’outlook positivo riflette le aspettative di Fitch di miglioramento del profilo finanziario complessivo della banca e ritorno ad una (moderata) redditività per effetto delle cessioni pianificate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA