Valtellina in Tavola, portale rinnovato  e aperto al pubblico
Vita – Valtellina in Tavola”, un mercato virtuale a chilometro zero fra ristoratori e piccoli produttori

Valtellina in Tavola, portale rinnovato

e aperto al pubblico

È consultabile da chiunque sia interessato a conoscere quali sono le aziende che partecipano. È una vetrina che però non prevede l’e-commerce.

Nuova immagine e contenuti più ricchi per “Vita – Valtellina in Tavola”, il mercato virtuale a chilometro zero fra ristoratori e piccoli produttori della provincia di Sondrio. Il portale www.valtellinaintavola.com, infatti, si presenta in una veste pensata sia per appagare l’occhio, sia per rendere ancora più agevole e intuitiva la consultazione dei contenuti. Questi ultimi sono stati trasferiti in toto dal precedente sito e arricchiti con nuove informazioni.

Grazie a questa rivisitazione, www.valtellinaintavola.com presenta un’importante novità: è aperto al pubblico e non più riservato ai soli addetti ai lavori della filiera. È consultabile, infatti, da chiunque sia interessato a scoprire e conoscere quali sono le aziende produttrici che ne fanno parte.

Ciascuna di esse si presenta ora con una pagina dedicata, che ne valorizza la storia e i prodotti, e che rimanda anche ai ristoranti dove i clienti possono assaporare queste prelibatezze. Non si tratta di una forma di e-commerce rivolto al pubblico, in quanto le transazioni continuano a essere riservate agli operatori aderenti al portale, ma piuttosto di una vetrina promozionale più efficace e incisiva. Tra le curiosità proposte, anche alcune ricette.

“Vita – Valtellina in Tavola” è un progetto di rete fortemente voluto dall’Unione del commercio, del turismo e dei servizi/Confcommercio Sondrio e coordinato da Valtellina Turismo. È stato reso possibile grazie al cofinanziamento di Regione Lombardia, all’impegno attivo di alcuni ristoratori valtellinesi e al coinvolgimento di Coldiretti Sondrio. L’iniziativa è nata per creare una filiera corta e integrata tra operatori alberghieri e della ristorazione valtellinesi e produttori di eccellenze agroalimentari del territorio, sempre più uniti nel nome della cultura dell’accoglienza e della valorizzazione turistica della provincia di Sondrio. Un unicum, dunque, per il territorio della Valtellina e non solo. Proprio in virtù di queste caratteristiche, dopo essere stato presentato a Expo nell’ottobre 2015, il progetto ha ricevuto anche un importante riconoscimento da parte di Regione Lombardia ed è stato più volte illustrato in occasione di prestigiosi convegni.

Chi vi aderisce conta oggi un centinaio di iscritti, di cui 60 produttori e 42 ristoratori/albergatori. Un’iniziativa grazie alla quale entrambe le realtà intendono continuare a crescere insieme e a dare origine a un circolo virtuoso sotto l’egida dell’enogastronomia. Ed è qui che entra in gioco l’importanza del digitale: cuore operativo del progetto, infatti, è la piattaforma telematica www.valtellinaintavola.com, il portale tramite il quale viene realizzato l’incontro tra domanda e offerta, con l’obiettivo di valorizzare entrambe le realtà, quella della produzione agroalimentare e quella della ristorazione/ricettività. Dal punto di vista operativo, l’importanza dello strumento digitale continua a essere quella di mettere a disposizione un servizio sia per i produttori, che altrimenti non avrebbero la possibilità di promuoversi nei confronti dei ristoratori o di sostenere i costi per consegne di piccole quantità nelle più svariate zone di tutta la provincia di Sondrio, sia per i ristoratori/albergatori, che in questo modo hanno l’opportunità di portare sulla tavola prodotti freschi, nuovi, di qualità e a chilometro zero. Con la rivisitazione della piattaforma, per i ristoratori che fanno parte di questa rete è oggi più facile cercare i prodotti e acquistarli. Tra gli aspetti più pregevoli di “Vita” vi è un sistema di trasporto integrato e a basso impatto ambientale in grado di servire tutto il territorio della Valtellina, offrendo uguale visibilità e medesime opportunità a tutti i produttori. Ciò con l’obiettivo di consentire agli operatori del settore di prediligere il chilometro zero e di portare sulla tavola i prodotti di eccellenza del territorio.

Il ruolo del digitale in questo progetto si articola tra l’altro nella sua presenza sul canale youtube, dove sono a disposizione video-testimonianze di ristoratori che stanno contribuendo a promuoverne l’utilizzo in modo semplice e immediato da parte degli interessati.


© RIPRODUZIONE RISERVATA