Turismo, «basta con un’offerta basata sull’iniziativa dei singoli operatori»
L’assessore Mauro Parolini punta alla valorizzazione dell’offerta turistica lombarda

Turismo, «basta con un’offerta basata sull’iniziativa dei singoli operatori»

L’assessore regionale allo Sviluppo, Parolini a Sondrio: «Non servono organizzazioni complesse e rigide. È sufficiente creare delle associazioni temporanee»

«Basta con un’offerta turistica disgregata e basata sull’esclusiva iniziativa dei singoli operatori. Occorre “federare”, cioè fare insieme ciò che è utile fare insieme, senza darsi, però, organizzazioni complesse e rigide. È sufficiente lavorare per associazioni temporanee di scopo utili a lanciare con più incisività il proprio prodotto turistico sul mercato, contenendo i costi».

Parola di Mauro Parolini, assessore regionale allo Sviluppo Economico, bresciano, in quota Nuovo Centro Destra, giunto oggi a Sondrio per presentare, nella sede territoriale di Regione Lombardia, la nuova legge sulle “Politiche regionali in materia di turismo e attrattività del territorio lombardo”, alla presenza anche di Ugo Parolo, sottosegretario regionale alle Politiche per la Montagna, di Emanuele Bertolini, presidente della Camera di Commercio di Sondrio, e, per la Provincia, di Marco Negrini, consigliere delegato al Turismo, affiancato dal suo stretto collaboratore Franco Masanti.

Leggi l’approfondimento sull’edizione de La Provincia di Sondrio in edicola sabato 20 febbraio


© RIPRODUZIONE RISERVATA