Treni, novità dopo l’Expo. Sei nuove corse in Valle
Il nuovo Coradia transita dalla stazione di Sondrio

Treni, novità dopo l’Expo. Sei nuove corse in Valle

Sulla Milano-Lecco-Tirano, sei corse in più verranno effettuate con il Coradia Meridian in doppia composizione (cioè 5+5 carrozze, per oltre 500 posti a sedere). Dal primo novembre saranno in tutto 14 le corse fatte dal Coradia, oggi sono 8 delle 34 giornaliere.

Expo sta per finire e molti lombardi s’interrogano sul futuro dei padiglioni e dell’area dell’Esposizione. Ma per i treni che nei sei mesi dell’evento hanno portato i turisti verso Rho non ci sono molti dubbi. Sono sette i nuovi convogli che entreranno in funzione sul servizio ferroviario regionale subito dopo la chiusura di Expo. Lo ha comunicato ieri l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Alessandro Sorte.

Ha spiegato che dopo l’impegno della Regione per assicurare alla manifestazione un servizio straordinario, a fine novembre sette nuovi convogli miglioreranno ulteriormente la capacità e la qualità del servizio. Le novità riguardano praticamente tutte le province lombarde. Sulla Milano-Lecco-Tirano, sei corse in più verranno effettuate con il Coradia Meridian in doppia composizione (cioè 5+5 carrozze, per oltre 500 posti a sedere). Dal primo novembre saranno in tutto 14 le corse fatte dal Coradia, oggi sono 8 delle 34 giornaliere. Le altre corse saranno fatte con vetture media distanza come oggi. Il nuovo treno, che da circa un anno i viaggiatori valtellinesi conoscono e apprezzano, si caratterizza per ampiezza e spaziosità degli interni e per allestimenti specifici per il trasporto regionale. Progettato secondo nuovi standard di comfort, sicurezza e accessibilità, il Coradia può viaggiare a una velocità massima di 160 chilometri orari.  L’ingresso a raso con il marciapiede facilita l’ingresso dei passeggeri, mentre le pedane retrattili, installate su ogni porta, permettono un accesso agevole anche ai passeggeri a ridotta capacità motoria. Tutta un’altra cosa, insomma, rispetto ad altri convogli in servizio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA