Svizzeri in Italia  senza fare il tampone
Il trenino rosso del Bernina in piazza del Santuario a Tirano

Svizzeri in Italia
senza fare il tampone

I residenti entro i 60 km dal confine possono espatriare per un massimo di 24 ore senza esami

«Ora è ufficiale: i cittadini svizzeri, residenti entro 60 chilometri dal confine, potranno venire in Italia, per un massimo di 24 ore, senza doversi sottoporre al tampone».

La notizia è arrivata ieri pomeriggio dal senatore di Varese Alessandro Alfieri, il parlamentare del Pd che nelle scorse settimane aveva messo al centro dell’attenzione del governo e del parlamento di Roma - proprio come altri colleghi di altri partiti, a cominciare dalla Lega - la questione.

«Si tratta di una decisione che finalmente dà respiro all’economia di frontiera - è il commento di Alfieri -. Con le stesse modalità i cittadini italiani potranno varcare il confine elvetico».

L’ordinanza

In pratica, secondo quanto si legge sull’ordinanza firmata dal ministro della Salute Roberto Speranza, ci si può spostare per 60 chilometri dal luogo di residenza. Un chiavennasco - proprio come un tiranese - potrà arrivare quindi fino a Samaden e uno svizzero residente in Alta Engadina avrà la possibilità di scendere fino alla città della Mera o a Villa di Tirano (più o meno) senza passare dal medico o dalla farmacia per il tampone. Per ora niente turisti di Coira, Zurigo e Basilea a Chiavenna e Tirano e milanesi in Engadina senza tampone, insomma. Ma è già un bel passo in avanti rispetto al passato. Alfieri nella serata di ieri ha dichiarato alla RSI che la misura entra in vigore da subito.

«Giusto il tempo che arrivino le circolari ai posti di frontiera - ha chiarito in un’intervista rilasciata alla radio della Svizzera italiana -. Ci si può muovere per 60 chilometri dalla residenza, quindi chi vive sul confine (in Ticino, ndr) potrà arrivare fino quasi a Milano, chi vive a Bellinzona potrà spostarsi fino a Varese. Con questa decisione si torna a incontrarsi».

Secondo il senatore varesino si tratta di risultato importante per il commercio, per i servizi e per coloro che hanno affetti che oltrepassano il confine.


© RIPRODUZIONE RISERVATA