Raccolta delle mele  stagione iniziata  «Più piccole ma ok»
Le mele Gala nella zona di Ponte Valtellina

Raccolta delle mele

stagione iniziata

«Più piccole ma ok»

Agricoltura La prima zona interessata quella di Ponte, si sentono gli effetti delle gelate di aprile

È partita ieri nella zona del conoide di Ponte in Valtellina la raccolta della prime mele estive, le Gala, una varietà precoce dalla forma tondeggiante, buccia di colore rosso con striature, polpa croccante e succosa, sapore dolcemente aromatico. In Italia è una tra le varietà più coltivate, specialmente nell’arco alpino e, anche in Valtellina, con l’avvicinarsi della fine dell’estate fa gola assaggiare le prime “meline”.

Prima le Gala

Ieri i primi distacchi sia da parte della cooperativa ortofrutticola Melavì sia da parte delle altre aziende come quella di Sandro Bambini a Ponte.

«Cominciamo con il distacco delle Gala delle piante giovani, ma non abbiamo fretta, perché il frutto è ancora un po’ indietro con la maturazione – afferma il presidente di Melavì, Bruno Delle Coste -. Si inizia a Ponte e nella zona per poi estendere la raccolta, dal fine settimana, anche in Alta Valle (con “Alta Valle delle mele” si intende il Tiranese e i paesi sopra Tirano, nda). Ha fatto freddo durante la fioritura ad aprile, per cui la maturazione è stata più lenta».

Già da prima di Ferragosto, però, forse per catalizzare l’attenzione dei turisti, sono apparsi parecchi venditori di Gala lungo la statale.

«Così non va bene – commenta Delle Coste -. Se le mele sono ancora indietro, non hanno qualità e, se chi le compra non le trova gradevoli, ci rimette anche l’immagine della produzione di Valtellina». Quest’anno, per di più, la pezzatura è mediamente inferiore a quella dell’anno scorso, ma la qualità è buona.

La gelata di aprile, soprattutto nelle zone non coperte dall’impianto di irrigazione, è stata peraltro pesante e si ripercuoterà sulla produzione. «Non abbiamo ancora in mano i dati, ma sicuramente la varietà che ha sofferto di più è la Stark (la mela rossa, la punta della produzione valtellinese, nda) – prosegue il presidente -. Ne manca una buona fetta sia come quantità sia come pezzatura. Pezzatura inferiore anche per la Gala e, se non si riprenderà, per la Fuji. Va meglio, invece, per la Golden (la mela gialla). I tecnici stanno facendo i vari rilievi. Quando i parametri risulteranno favorevoli, allora si comincerà la raccolta anche delle altre varietà».

Grandine scongiurata

A Ponte, ieri, Sandro Bambini ha raccolto le prime Gala: «Il prodotto è buono, più piccolo rispetto agli anni passati per via del freddo primaverile, ma mi sembra più colorato». La gelata di aprile ha colpito la zona della Fiorenza e l’Alta Valle, mentre i meleti di Bambini e di molti altri frutticoltori dell’area di Ponte sono rimasti esenti. Dalla seconda o terza settimana di settembre la raccolta riguarderà anche le altre varietà fino all’autunno.

Per fortuna la grandine, che ha colpito altri campi del Nord Italia, qui non è venuta nei giorni scorsi. «A memoria, la più tardiva grandinata che ricordo è stata il 24 agosto – dice Bambini -, per cui ci sarebbe ancora tempo. Credo che, in linea generale, il comparto frutticolo abbia già sofferto per la gelata, per cui, se almeno è risparmiato dalla grandine, sarebbe importante».


© RIPRODUZIONE RISERVATA