Piogge e danni all’agricoltura  Garanzie alle aziende locali
Gli allagamenti nella piana di Piantedo

Piogge e danni all’agricoltura

Garanzie alle aziende locali

L’impegno delle istituzioni è la garanzia per gli agricoltori della Bassa Valle che hanno subìto danni negli eventi alluvionali dello scorso mese di giugno.

Nella giornata di ieri si è tenuto il tavolo richiesto da Coldiretti in merito ai danni subiti dalle aziende agricole a cui hanno preso parte il presidente della Provincia Elio Moretti, l’assessore regionale agli enti locali, montagna e piccoli comuni Massimo Sertori, i vertici di Coldiretti e gli amministratori dei Comuni di Andalo Valtellino, Delebio e Piantedo. Al tavolo, Coldiretti ha portato la richiesta per il risarcimento dei danni subiti da parte dei propri associati per la mancata produzione agricola a seguito degli eventi dello scorso mese di giugno.

Le aziende si trovano infatti nell’impossibilità di riprendere la coltivazione dei fondi sui quali è ancora presente materiale trasportato dall’acqua e depositato. Provincia e Regione hanno fatto il punto della situazione. In particolare, l’assessore regionale Sertori ha sottolineato agli amministratori comunali la tempestività di attivazione e di intervento dal punto di vista idrogeologico nei giorni immediatamente successivi alle calamità. A questo scopo sono state appostate risorse da utilizzare per far fronte alle situazioni di pronto intervento e di somma urgenza. Diversa, al momento, la situazione per gli agricoltori: non essendo possibile attingere ai fondi dedicati alle calamità poiché la tipologia di danno subito non rientra fra quelle ammissibili, le istituzioni si sono impegnate ad attivarsi per verificare la possibilità di reperimento delle risorse attraverso canali alternativi.

«L’incontro è stato proficuo per mettere a fuoco una situazione importante e delicata - ha sostenuto il presidente della Provincia, Elio Moretti -. La condivisione delle problematiche e il confronto tra istituzioni e territorio sono di primaria importanza. Siamo consapevoli delle difficoltà degli imprenditori agricoli quando si verificano fatti di questo genere. L’impegno nostro è quello di fare il possibile per soddisfare le esigenze rappresentate».

Per le amministrazioni locali hanno partecipato il sindaco di Delebio, Enrica Alberti, insieme al consigliere Vittorio Abramini, il sindaco di Andalo Valtellino Juri Girolo e Tommaso Colli in rappresentanza del comune di Piantedo. Se per Andalo Valtellino non si sono registrati danni per i privati, diversi terreni di Delebio e Piantedo hanno subìto conseguenze dalle piene dei torrenti.

I Comuni hanno garantito fin da subito attenzione verso i cittadini facendosi parte attiva per rispondere ai problemi registrati, prima di tutto attraverso un attento confronto con le istituzioni superiori. n 
Annalisa Acquistapace


© RIPRODUZIONE RISERVATA