Navigator, a Sondrio è più “facile”
Sono arrivate in tutta Italia oltre 38mila candidature, con andamenti molto diversi tra le varie province

Navigator, a Sondrio è più “facile”

Reddito di cittadinanza. Risultano solo 15 richieste per 10 posti, è la percentuale di successo più alta in Italia. Qualche candidato da fuori sarà probabilmente invogliato a tentare la sorte in Valle - C’è tempo fino all’8 di maggio.

Chi ha fatto domanda per il contratto di navigator con sede a Sondrio ha una grande possibilità di farcela. Ci sono infatti 15 richieste per 10 posti, mentre la concorrenza è molto più agguerrita nelle altre province, a partire da Campobasso dove, sempre per 10 posti, le domande sono 281. È per questo motivo che, sul web, si è scatenato il dibattito social: perché non tentare la sorte a Sondrio, visto che sono molto più numerose le probabilità di successo? I posti, lo ricordiamo, sono divisi per province e i candidati devono indicare già al momento della domanda la provincia nella quale intendono lavorare.

I dati, parziali, sono stati diffusi da Anpal (Agenzia per le politiche attive del lavoro) servizi sulle candidature arrivate per partecipare alla selezione per il ruolo di navigator, le persone che dovranno assistere tecnicamente i centri per l’impiego nella guida verso l’occupazione dei beneficiari del reddito di cittadinanza. Per ognuno dei 3mila posti accederanno alla selezione al massimo 20 candidati sulla base delle votazioni di laurea. Al momento sono arrivate in tutta Italia oltre 38mila candidature, ma con andamenti molto diversi tra le varie province.

A Campobasso quindi potranno accedere alla selezione solo 200 candidati. A Cosenza per 60 posti di navigator (e 1.200 che potranno accedere alla selezione) a meno di una settimana dal termine ultimo per presentare la candidatura (8 maggio) sono arrivate già 1.501 domande. A Roma per 195 posti sono già arrivate 3.803 domande superando Napoli che ha 274 posti e 3.364 domande. Buone possibilità di essere contrattualizzati (il compenso annuo è di 30.938 euro compresi i rimborsi spese) si hanno a Lecco (12 posti e 21 domande) e Lodi (12 posti e 28 domande), ma anche a Biella (6 posti e 21 domande), mentre a Isernia per tre posti ci sono già 89 domande.

A Milano a fronte di 76 posti di Navigator ci sono 990 domande mentre a Palermo le domande sono 1.818 per 125 posti. A Catanzaro per 30 posti sono arrivate 555 domande. Delle oltre 38mila le candidature per il contratto di navigator arrivate fino al 30 aprile ad Anpal servizi con una grande maggioranza di donne (il 67%).

Il navigator - sottolinea l’Anpal - «sarà la figura centrale dell’assistenza tecnica fornita ai Centri per l’impiego, selezionata e formata per supportarne i servizi e per integrarsi nel nuovo contesto caratterizzato dall’introduzione del reddito di cittadinanza, per il quale l’obiettivo è di assicurare assistenza tecnica ai Cpi, valorizzando le politiche attive regionali, anche in una logica di case management da integrare e da implementare con le metodologie e tecniche innovative che saranno adottate per il reddito di cittadinanza».

A guidare la classifica regionale delle candidature per il contratto di collaborazione valido fino al 30 aprile 2021 con un compenso di 30.938 euro annui compresi i rimborsi spese, è la Campania con 6.114 candidati, davanti alla Sicilia (5.808) e al Lazio (4.840). Oltre un terzo dei candidati ha la laurea in giurisprudenza mentre i candidati con 110 e lode sono 8.509 e 3.034 quelli con 110/110. Per presentare domanda c’è tempo fino alle 12 di mercoledì 8 maggio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA