Morbegno, ora ci siamo: accordo vicino tra Riello e il colosso Ut
I sindacati seguono passo passo la vicenda della cessione della Riello alla statunitense Ut

Morbegno, ora ci siamo: accordo vicino tra Riello e il colosso Ut

La firma prevista già nelle prossime settimane. «Prosegue la cassa integrazione»

Firma prevista a settimane per l’accordo di vendita da Riello group a United Technologies Corporation della maggioranza societaria.

Sui grandi network economici nazionali si segue ormai passo a passo questa chiusura di accordo che da primavera sta riportando l’attenzione sulla grande azienda di riscaldamento e clima, veneta e italiana che ha uno stabilimento a Morbegno.

I termini che si stanno per sottoscrivere sono stati di nuovo ribaditi, in un tam tam mediatico che sta per cogliere il momento conclusivo della trattativa. Ettore Riello, anche per conto delle sorelle Lucia e Roberta, titolari del 100% del gruppo andrà a cedere al gruppo americano con sede ad Hartford Connecticut, il 70% del capitale. Ut che fattura 65 miliardi di dollari, un colosso. È prevista anche un’opzione per la vendita a medio termine agli statunitensi, del restante 30% del capitale. L’accordo atteso entro la fine del mese sarebbe comunque subordinato alle autorizzazioni dell’Antitrust e al via libera delle banche creditrici, che vantano averi per circa 430 milioni di euro: e al piano di ristrutturazione. All’ottenimento delle autorizzazioni delle Autorità, Riello dovrebbe fare un aumento di capitale dell’ordine di 390 milioni per rimborsare i debiti.

L’offerta di United Technology Corporation avrebbe battuto quella dell’olandese Bdr Thermea in virtù del progetto industriale di più ampio respiro, proprio il progetto industriale che attendono tute le sedi Riello, da anni frenate da una situazione di trattative per possibili subentri. A Morbegno, nello stabilimento già al centro di una massiccia ristrutturazione con tanti e tanti posti di lavoro persi, l’attesa è palpabile. «Abbiamo avuto un incontro con i vertici Riello, nella sede qui in Valle, la scorsa settimana – ha precisato dal fronte sindacale il segretario Fiom Cgil di Sondrio, Marina Pensa – ci hanno confermato che la trattativa va avanti, e sta maturando la firma: verremo informati non appena ci sarà il passaggio definitivo delle azioni. Management Riello ottimista, che parla di operazione “a buon punto” e che ha annunciato entro fine anno l’atto finale del confronto. Nel frattempo abbiamo sottoscritto un prolungamento della cassa integrazione ordinaria, attivata ad ora sino a fine mese: e che si protrarrà sino a primavera».


© RIPRODUZIONE RISERVATA