Levissima, un anno dai grandi numeri
L’interno dello stabilimento di Valdisotto

Levissima, un anno dai grandi numeri

Un 2015 in crescita per il gruppo San Pellegrino. Il marchio che ha la sua sede nello stabilimento di Valdisotto ha trainato il settore con un aumento del 9%

Un 2015 in crescita per il gruppo Sanpellegrino sia in Italia che all’estero. Positivi i dati diffusi dalla più grande realtà nel campo del beverage in Italia con acque minerali, aperitivi analcolici, bibite e tè freddi, prodotti diffusi in ben 145 paesi. Eloquenti le cifre con un giro d’affari nel 2015 di 911 milioni di euro, in crescita del 12,4% rispetto al 2014. A tirare la volata sono state le ottime performance realizzate sui mercati internazionali, dove l’azienda ha chiuso con un incremento del fatturato a doppia cifra, pari al 25,4%. A questi dati si aggiungono i risultati conseguiti sul mercato italiano che confermano le prestazioni positive del 2014, trainate dal marchio Levissima che ha la sua sede nello stabilimento di Valdisotto, cresciuto del 9%. Numeri che confermano l’acqua minerale prodotto d’elezione da parte dei consumatori di tutto il mondo, che scelgono sempre più spesso un’idratazione di qualità. Nel complesso nel 2015 le esportazioni delle acque minerali S. Pellegrino e di Acqua Panna, insieme alle bibite a marchio Sanpellegrino, si sono attestate attorno a un miliardo e 470 milioni di bottiglie, che rappresentano il 52% del giro d’affari complessivo del Gruppo. «Siamo soddisfatti – ha dichiarato Stefano Agostini, presidente e amministratore delegato del gruppo Sanpellegrino - dei risultati conseguiti nell’esercizio 2015 sia sui mercati internazionali che sul fronte domestico, dov’è previsto un investimento di oltre 16 milioni di euro per l’apertura a metà 2016 di un innovativo impianto produttivo nel Lazio a Castrocielo».

Leggi l’approfondimento sull’edizione de La Provincia di Sondrio in edicola il 4 marzo


© RIPRODUZIONE RISERVATA