«Levissima non è sul mercato, anzi»  Sanpellegrino annuncia investimenti
Lo stabilimento di Cepina di Levissima

«Levissima non è sul mercato, anzi»

Sanpellegrino annuncia investimenti

Strategie La dismissione di altri marchi di acque minerali aveva fatto temere la stessa sorte

Levissima, azienda che in Valtellina dà lavoro a circa 250 persone, non verrà ceduta. Lo ha assicurato ieri nel corso della presentazione del del 5° ’Forum Food&Beverage’ Stefano Marini, amministratore delegato di Sanpellegrino-Gruppo Nestlé.

L’anno scorso il marchio Acqua Vera è stato ceduto dal Gruppo Sanpellegrino a una nuova società di imprenditori locali, AQua Vera Spa, e questa scelta ha fatto crescere l’attenzione sul futuro delle altre aziende.

«Nel nostro gruppo abbiamo due acque internazionali, Acqua Panna, piatta, e S. Pellegrino, la gasata, che vendiamo in tutto il mondo, in ben 150 Paesi – ha spiegato il manager -. Ad oggi il nostro portafoglio è completo. Levissima è la grande marca italiana sulla quale stiamo investendo molto. Lo stiamo facendo sul fronte della comunicazione e dell’innovazione, come ad esempio una linea asettica che viene utilizzata anche per produrre prodotti innovativi. Si tratta di Levissima + e Levissima Natura, che sono bevande a base di acqua minerale Levissima, alle quale vengono aggiunti altri ingredienti».

Senza dimenticare l’impegno sul fronte della sostenibilità ambientale che da anni caratterizza l’attività dell’azienda di Valdisotto, ad esempio per quanto riguarda i trasporti e il risparmio della materia prima. «Stiamo investendo anche in packaging sostenibile - ha aggiunto Marini -. Siamo stati i primi in Italia, un mese fa, a produrre due formati di bottiglie realizzate con il 100% in plastica riciclata, 100% di R-Pet».

Si tratta di un materiale ottenuto dal recupero del Pet vergine che può a sua volta essere riciclato innumerevoli volte. Levissima non si ferma: il suo impegno è quello di raggiungere il 50% di Pet riciclato all’interno di tutta la gamma dei suoi prodotti entro il 2025.

«Non è previsto che Levissima sia venduta, questa azienda non è sul mercato, anzi - ha concluso Marini -. Stiamo investendo in modo molto consistente per farle crescere».


© RIPRODUZIONE RISERVATA