L’Europa promuove “Taste the Alps”
Marco Chiapparini (a sinistra), Attilio Tartarini, Franco Moro e Paola Dolzadelli (Foto by Foto Gianatti)

L’Europa promuove “Taste the Alps”

In arrivo 870mila euro per finanziare una vasta azione di marketing legata all’export locale. Moro: «Racconteremo la Valle attraverso i piatti e prodotti tipici in Germania, Francia e nelle più importanti fiere».

L’export è cruciale per i prodotti valtellinesi. Dall’inizio della crisi, che ormai è un concetto per molti versi superato, si ripete che i mercati esteri sono stati non solo la salvezza, ma anche preziose occasioni di sviluppo per le imprese valtellinesi. Il progetto presentato ieri nella sede di Sondrio di Confindustria rispecchia proprio questa tendenza e ci sono buone notizie da Bruxelles: l’Unione Europea premia la Valtellina con un contributo di 870mila euro.

Nel corso del 2018 prenderà avvio “Taste the Alps”. Si tratta di un’iniziativa che intende contribuire ad allargare i confini di conoscenza dei prodotti tipici della provincia di Sondrio, operando in Italia, ma soprattutto e con forte intensità in Germania e Francia. Il Distretto agroalimentare di qualità della Valtellina quest’anno ha presentato questo progetto nell’ambito delle azioni finanziabili dal regolamento relativo a questo settore e nei giorni scorsi ha ottenuto l’approvazione dell’Ue.

Da tutta Europa erano state presentate 189 richieste che sommavano oltre il triplo delle risorse disponibili sul bando e in Italia erano state formulate ben 36 domande. Nei giorni scorsi è stato pubblicato l’elenco dei 52 progetti selezionati, di cui solo tre italiani, compreso quello valtellinese.

Nel 2017 il Distretto, con i Consorzi di tutela dei prodotti tipici (bresaola, formaggi, mele e vino) ha messo a punto un ambizioso programma triennale per la realizzazione di eventi e campagne informative che si svilupperà su tre anni (2018-2020) e che coinvolgerà i tre principali mercati dell’agroalimentare europei: Francia, Germania e naturalmente Italia.

«Proprio per la volontà di raccontare la Valtellina, attraverso i suoi prodotti tipici, anche al di fuori dei soliti confini, con un approccio unitario e per i suoi contenuti variegati che l’Unione europea ci ha premiati con un finanziamento di oltre 870mila euro a fronte di un investimento complessivo di quasi 1.250.000», è l’annuncio del Distretto.

Il cuore delle azioni promozionali sarà la partecipazione alle maggiori manifestazioni fieristiche di settore presenti nei Paesi target: Salone del Gusto di Torino, Sial di Parigi, Tuttofood di Milano, Anuga di Colonia, Fruit Logistica a Berlino, Prowein di Düsseldorf e Cibus a Parma. Accanto a questi eventi e a contorno degli stessi sarà organizzata la partecipazione a iniziative di minori dimensioni e all’organizzazione di cooking show, con la presentazione di ricette tradizionali e rivisitate in ognuno nei tre Paesi scelti. Senza dimenticare i tour annuali che porteranno in Valtellina operatori e giornalisti. Per sostenere e divulgare tutte queste azioni sarà organizzata una vera e propria campagna di comunicazione di ampie dimensioni.

Il presidente del Distretto Franco Moro ha sottolineato che «si tratta di un programma ambizioso, che si poggia sulla costante e confermata volontà dei diversi Consorzi di operare insieme all’interno del Daq, in un’ottica sinergica di valorizzazione del territorio e delle sue eccellenze agroalimentari».

«Un mondo in costante evoluzione a cui intendiamo presentarci con forza e decisione - ha aggiunto -. Ma le attività del Distretto non si focalizzeranno solo su questo progetto, infatti si sta già lavorando per la ricerca di altri fondi, utili al sostegno del comparto agroalimentare tipico valtellinese».


© RIPRODUZIONE RISERVATA