Le acque di Piuro fanno gola  «L’asta ora si farà»
PIURO Lo stabilimento di Santa Croce è chiuso da diversi anni: dava lavoro a 17 persone

Le acque di Piuro fanno gola

«L’asta ora si farà»

Le offerte entro il 12 dicembre. Il sindaco Iacomella: «Questa volta ci sono acquirenti e in ballo non c’è solo un’azienda, ma il territorio»

Si avvicina una nuova asta e stavolta non ci sono dubbi: ci sono imprenditori interessati alla Frisia. Il prezzo base della prima asta ammontava a 4.390.000 euro. Ora è sceso a un milione e ottocentomila. Non è possibile, anche perché manca un mese alla presentazione delle offerte, conoscere i dettagli dei piani di coloro che vogliono tornare a imbottigliare l’acqua della Bregaglia italiana. “Ma ora ci sono le condizioni per arrivare a soluzioni concrete, basate su progetti di rilancio seri – assicura il sindaco di Piuro Omar Iacomella -. Nelle parole delle persone con le quali ci siamo confrontati, ben sapendo che si tratta di una società privata, abbiamo colto la volontà di credere nella storia della Frisia e di garantire un futuro a questo stabilimento”.

Leggi l’approfondimento su La Provincia di Sondrio in edicola venerdì 11 novembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA