La Valle sotto i riflettori. In milioni hanno visto le promozioni sul web
Cresce l’attenzione verso la Valtellina e le sue potenzialità

La Valle sotto i riflettori. In milioni hanno visto le promozioni sul web

Valtellina Turismo ha puntato molto sul digitale. Sono oltre 50 campagne sui social e numerosi video. «Fondamentale per un mercato così competitivo».

Facebook, Instagram e Youtube. Sono i canali utilizzati per la promozione digital della destinazione curata da Valtellina Turismo, che negli ultimi mesi ha ottenuto risultati significativi. Sui primi due social network sono state realizzate oltre 50 campagne dai contenuti diversi, che hanno valorizzato le diverse specificità territoriali e sono state viste da oltre 3,7 milioni di persone.

Sembrano soddisfacenti anche i risultati ottenuti sul canale YouTube, il secondo social più utilizzato al mondo, dove in tre mesi sono state raggiunte circa 400mila visualizzazioni totali dei video dedicati alla Valtellina e dove è stato intercettato anche un pubblico più giovane, quello con un’età compresa fra i 18 e i 24 anni.

Valtellina Turismo, nei giorni della Bit di Milano, ha reso noti i risultati dell’attività realizzata nel periodo da ottobre a gennaio all’interno del progetto ‘Promozione del turismo in Valtellina’. Messo in campo con il contributo della Camera di Commercio di Sondrio, questo percorso si pone l’obiettivo di integrare le molteplici azioni di promozione dell’offerta turistica del territorio.

«In un mercato turistico sempre più competitivo è fondamentale investire costantemente nella promozione e nell’immagine della destinazione», spiega a questo proposito la presidente della Camera di Commercio di Sondrio Loretta Credaro. Il progetto digital è stato caratterizzato da una campagna web mirata all’incremento delle visite al sito www.valtellina.it e al blog www.amolavaltellina.eu. Si tratta delle principali vetrine di informazione sul prodotto turistico del territorio provinciale costantemente aggiornate da Valtellina Turismo. Ai banner e ai formati pubblicitari web si è aggiunta un’importante campagna social, che ha consentito di incrementare i contatti e le interazioni con l’ampio pubblico di Facebook, Instagram e YouTube. Analizzando i dati dell’Osservatorio turistico della Provincia di Sondrio su arrivi e presenze turistiche, e considerando il pubblico che segue e interagisce con i social Valtellina Official, Valtellina Turismo ha avviato una campagna molto targettizzata nei confronti di mercati specifici del Nord e Centro Italia e di diverse tipologie di popolazione interessate al prodotto, quali ad esempio famiglie, turisti gourmet e millennials (fascia di pubblico con età compresa tra i 25 e i 40 anni). La campagna ha comunicato l’offerta del territorio con uno storytelling capace di promuovere le molteplici peculiarità della destinazione e, nella prima parte, è stata impostata nell’ottica di valorizzare soprattutto la stagione autunnale, con i relativi eventi e le esperienze enogastronomiche che la caratterizzano e con un forte richiamo al ricettario “Assaporiamo la Valtellina”, pubblicato lo scorso anno e presentato a Milano proprio da Valtellina Turismo. Da metà novembre la strategia della campagna ha previsto la promozione delle opportunità legate a tutte le esperienze peculiari della stagione invernale come sci, terme, presepi, mercatini di Natale.

I diversi format calibrati a seconda di pubblico, linguaggio e caratteristiche dei diversi social network hanno prodotto molte interazioni e reazioni positive da parte degli utenti. «Secondo una ricerca elaborata da Google.com, il 67% delle persone che progetta un viaggio effettua una ricerca su internet per capire dove andare e definire le modalità di vacanza, mentre i social network sono utilizzati come fonte di ispirazione dall’83% delle persone», dichiara la presidente di Valtellina Turismo Barbara Zulian. Per questa ragione si è deciso di continuare a investire in questi canali, con l’obiettivo di far conoscere a un pubblico sempre più ampio la nostra destinazione. «Campagne di questo tipo ci consentono, inoltre, di ottimizzare le risorse a nostra disposizione e di avere un monitoraggio puntuale delle azioni di promozione», conclude Zulian.


© RIPRODUZIONE RISERVATA