Il lago di Poschiavo ha il suo battello

«Basta prenotarlo»

Ieri mattina una gigantesca gru ha messo in acqua la Sassalbo, battello che dopo una vita di navigazione nei laghi elvetici ora sarà esclusivamente al servizio dei turisti della vallata alpina.

Il lago di Poschiavo ha il suo battello «Basta prenotarlo»
La Sassalbo appena ha toccato l’acqua ha festeggiato il varo con il colpo di sirena: alle 8,40 di ieri mattina

Operazione spettacolare quella che ieri mattina all’alba ha richiamato l’attenzione di decine di persone sulle rive del lago di Le Prese. Una gigantesca gru ha messo in acqua la Sassalbo, battello che dopo una vita di navigazione nei laghi elvetici ora sarà esclusivamente al servizio dei turisti della vallata alpina.

L’operazione è iniziata all’alba con il trasporto della barca - 11 tonnellate, la più grande dei Grigioni- dal magazzino dove è stata rimessa a nuovo alle rive del lago di Poschiavo dove l’ha presa in carico Falvio Lardi, proprietario dell’hotel La Romantica e appassionato pescatore, tra i promotori del progetto. «È un momento delicato - afferma emozionato -. Il braccio è al limite e il lago in questo punto è abbastanza profondo... Ma sono sicuro che andrà tutto bene».

E così in effetti è stato: alle 8,40, la Sassalbo ha dato il primo colpo di motore e di sirena accolto da un’esplosione di gioia e applausi.

La Sassalbo (che si è dotata di un sito dove è possibile prendere visione dei costi e prenotarsi) solcherà il lago - lungo 2,5 chilometri - in tour organizzati della durata di un’ora e mezza, ma potrà anche essere affittata per eventi e feste private. A bordo sarà possibile anche pranzare. «E qui ci teniamo a dire - fa presente il direttore dell’ente turistico Kaspar Howald - che verranno servizi solo prodotti caratterizzati dai nostri due marchi: il 100% Valposchiavo che garantisce l’autenticità e la tipicità e il “Fait su in Valposchiavo” per i prodotti lavorati in valle con materie prime che giungono da fuori... Insomma, la Sassalbo (il nome deriva dalla montagna che si specchia nel lago, ndr) sarà la vetrina più prestigiosa che il settore agroalimentare qui abbia mai avuto... Ci aspettiamo grandi cose!»

Dopo il varo della barca l’associazione avrà modo di effettuare il rodaggio in vista dell’inaugurazione prevista per il 28 maggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA