Galli è un imprenditore Felix  Premiata la sua società di Livigno
Roberto Galli premiato a Milano

Galli è un imprenditore Felix

Premiata la sua società di Livigno

Riconoscimento a Milano all’imprenditore grazie agli ottimi bilanci della Erregi.

Ora Roberto Galli è un imprenditore Felix. Il quarantenne livignasco grazie agli ottimi bilanci della sua Erregi, azienda del settore turistico che opera a Livigno e comprende quattro alberghi, un’agenzia di viaggio e appartamenti da affittare, dando lavoro a una novantina di dipendenti, è stato fra i vincitori del “Premio Industria Felix”, realizzato in collaborazione con Cerved. Industria Felix ha varato una classifica sui 31.825 bilanci di società. A scegliere le migliori imprese è stato un comitato scientifico presieduto dal professor Cesare Pozzi, docente di economia dell’impresa della Luiss. Sono state 59 le alte onorificenze assegnate alle aziende per le migliori performance gestionali rispetto ai segmenti di affidabilità finanziaria e crescita, donne, under 40, settori, piccole, medie e grandi imprese. Fra di loro lodi per tante aziende provinciali: Autotorino, Galbusera, Mariana Luigi srl, Ring Mill e Siderval. Fra le aziende che hanno ricevuto menzioni di bilancio per aver registrato incontrovertibili primati provinciali e regionali rispetto a roi, roe, numero addetti, liquidità, fatturato e ricavi, utile netto e mol, ci sono altre aziende provinciali oltre a quella di Galli: A2A, Creval sistemi e servizi, Galbusera Biscotti, Micro Mill. Roberto Galli, presidente provinciale di Federalberghi e membro della giunta di Ucts (Unione commercio turismo e servizi di Sondrio), è il papà dell’azienda alla quale ha dato il nome usando le proprie iniziali R.G. (Erregi): «Si tratta di un riconoscimento che dà indubbiamente soddisfazione, la mia azienda gestisce 800 posti letto e abbiamo avuto l’afflusso nel 2017 di 100 mila persone».

Ovviamente si guarda avanti: «Grazie alle abbondanti nevicate la stagione dello sci è stata ottima in tutta la provincia, anche nelle località sciistiche più basse che solitamente soffrivano la penuria di neve. Per Livigno è stata ottima e continua a esserlo. Grazie all’iniziativa Skipass Free questa settimana abbiamo il pienone e ci sarà una buona affluenza anche settimana prossima. Poi le prenotazioni ci indicano che lavoreremo bene sia nel ponte del 25 aprile sia in quello del 1 maggio».

In una tendenza al mordi e fuggi con vacanze sempre più brevi, Livigno è riuscita a mantenere la tradizione della settimana di presenza: «La media è di 5-6 giorni di permanenza -rivela Galli-. Ora ci siamo organizzati anche per riuscire a catturare i clienti direttamente sulle nostre pagine internet senza dover passare dalle grosse aziende che vendono il nostro prodotto e occupano le prime pagine nella rete. Il cliente riesce a parlare direttamente con le nostre aziende: lui spende meno e noi guadagniamo di più».


© RIPRODUZIONE RISERVATA