Galbusera, ultimo saluto a Giandonati  Lanciò l’azienda fuori dalla Valtellina
Mario Galbusera con l’indimenticabile figura del “Mago G”

Galbusera, ultimo saluto a Giandonati

Lanciò l’azienda fuori dalla Valtellina

Il dirigente milanese, 85 anni, ha promosso la distribuzione dei biscotti in tutta Italia. «Un uomo che ha dato un grande contributo a livello strategico», diceva di lui il signor Mario.

Si è spento mercoledì, all’età di 85 anni, Franco Giandonati, il dirigente milanese che ha creduto nei biscotti Galbusera e che ne ha promosso la distribuzione in tutta Italia. «Un grande professionista che ci ha dato un notevole contributo a livello strategico, specialmente nel settore commerciale», diceva di lui Mario Galbusera, amico e compagno di lavoro di una vita, scomparso l’anno scorso. «L’uomo che a fianco della famiglia Galbusera ha dato vita e contribuito alla crescita di quella che oggi è la Galbusera Spa», affermano i vertici della società. Il ruolo di Giandonati fu cruciale per distribuire le specialità prodotte in Bassa Valtellina dapprima in Lombardia, poi nel Nord del Paese e infine in tutta Italia. Fino al suo ingresso in azienda, infatti, i biscotti sfornati nel laboratorio di Mario ed Enea Galbusera, figli del fondatore Ermete, erano venduti soltanto in Valtellina e nelle zone limitrofe. Giandonati nell’azienda valtellinese ha sempre ricoperto ruoli importanti: è stato infatti direttore generale, amministratore delegato e successivamente è divenuto presidente con la morte di Mario Galbusera.

Il boom della società risale proprio agli anni nei quali Giandonati era impegnato ai vertici dell’azienda dolciaria di Cosio Valtellino. Sono quelli della fondazione di Konsum Spa, con la scelta vincente di avere una sede commerciale a Milano, della costante evoluzione nei prodotti e degli spot pubblicitari. I più noti sono quelli caratterizzati dalla presenza dell’indimenticabile figura del Mago G, “il mago della bontà” che - indossando parrucca e indumenti gialli e rossi - girava nelle strade di Milano con pattini e carriola per distribuire confezioni di biscotti valtellinesi.

Il funerale di Franco Giandonati è stato celebrato ieri pomeriggio nella chiesa di San Giorgio a Varenna. Uomo molto apprezzato, non soltanto per le proprie capacità dirigenziali, è stato ricordato da moltissime persone, in particolare a Milano e in Valtellina. Alla funzione hanno partecipato tantissimi amici e conoscenti di Franco Giandonati. Molti hanno raggiunto la chiesa del paese del lago da Milano, ma non sono mancate le persone giunte dalla Valtellina e della comunità di Varenna. Il dirigente d’azienda della Galbusera frequentava il comune della provincia di Lecco da molti anni ed era conosciuto e apprezzato anche dalla popolazione locale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA