Gal Valtellina: innovare le filiere locali

Assemblea Confermata la squadra di lavoro. Sei milioni di euro impegnati sul territorio con il piano 2014-2020. Nei progetti futuri lo sviluppo dei sistemi produttivi, l’attenzione al turismo sostenibile e l’inclusione sociale

Gal Valtellina: innovare le filiere locali
L’assemblea annuale dei soci del Gal Valtellina: Valle dei sapori

Sei milioni di euro impegnati sul territorio per la programmazione 2014-2020, proseguono le attività e i progetti di cooperazione del Gal Valtellina: Valle dei sapori.

La recente assemblea annuale dei soci è stata l’occasione per fare il punto del lavoro svolto, di quello in corso e delle iniziative future di cui a occuparsene sarà pressoché lo stesso consiglio di amministrazione già in carica. Il rinnovo delle nomine ha infatti confermato l’attuale squadra di lavoro, con Alberto Marsetti, Paolo Bombardieri, Marco Deghi e Paolo Pedroncelli, come consiglieri, mentre l’unica variazione è rappresentata dall’ingresso di Stefano Rumo che sostituisce Enrico Giacomelli.

Le aree di intervento

Quanto alle attività, la programmazione del Piano di sviluppo locale 2014-2020 si è conclusa con oltre 120 domande di aiuto pervenute e valutate e circa 6 milioni di euro impegnati sul territorio. Di questi, 1,8 milioni sono già stati liquidati a seguito delle istruttorie delle rendicontazioni effettuate dai beneficiari. Il periodo di transizione, 2021 e 2022, vede un totale di 2.132.239,56 euro di risorse disponibili.

Gli ambiti di intervento riguarderanno lo sviluppo e innovazione delle filiere e dei sistemi produttivi locali, il turismo sostenibile e l’inclusione sociale di specifici gruppi svantaggiati e/o marginali.

I nuovi bandi

A questo proposito, sono stati pubblicati sul sito del Gal i primi tre bandi: Linea 1-2 “Prodotti agroalimentari e territorio: indagini di mercato a supporto delle azioni di promozione dei prodotti agroalimentari tipici della provincia di Sondrio e interventi di promozione e di valorizzazione dei prodotti agroalimentari tipici della provincia di Sondrio” e Linea 15 “Sviluppo della competitività e dell’innovazione delle aziende agricole della provincia di Sondrio. Tutti i prossimi bandi saranno invece pubblicati entro il 15 settembre 2022.

Si è concluso il progetto di cooperazione “Orobikeando” presentato in Regione Lombardia lo scorso 12 maggio. «Il progetto - fanno sapere dal Gal - ha suscitato grande interesse: la Rete rurale nazionale ha dedicato uno studio relativo ai servizi ecosistemici generati dall’attività e dallo studio si evince che il progetto è in grado di generare 20mila euro di Pil al chilometro e di impiegare una risorsa umana ogni 3 chilometri». A questo proposito anche Regione Lombardia ha manifestato la volontà di sostenere il progetto attraverso forme di finanziamento.

I partner

Interessanti attività anche sui progetti di cooperazione attualmente in essere: ClimActive2050 e P-Art Una Pietra Sopra l’Altra.

Nello specifico, il Gal ha affidato nei mesi scorsi l’incarico di realizzazione delle azioni locali del progetto ClimActive2050 alla Fondazione Fojanini che si occuperà dell’analisi e dello studio del cambiamento climatico sul territorio e conseguenti azioni per mitigarne l’impatto.

Mentre per quanto riguarda l’altro progetto, il Gal realizzerà a novembre, in collaborazione con la Fondazione Provinea, il Pfp, il Comune di Sernio e il progetto Interreg ConValore, un corso introduttivo di formazione per la costruzione di muri in pietra a secco. Ci saranno poi nuovi progetti di cooperazione per lo sviluppo rurale del territorio nei prossimi mesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA