Etichette sui cibi, ora sarà più facile
Prodotti tipici della Valle: con la nuova piattaforma le aziende alimentari potranno adeguarsi alle nuove norme

Etichette sui cibi, ora sarà più facile

Progetto gratuitoCon la piattaforma on line “Food label check” le aziende potranno adeguarsi alle norme europee. Grazie all’aiuto della Camera di commercio si forniranno più informazioni nutrizionali e indicazioni sugli allergeni.

Con “Food label check” per le piccole imprese del settore alimentare sarà meno complicato adeguarsi alle norme europee. Si chiama così la piattaforma online gratuita che consentirà di stilare le nuove etichette con le informazioni nutrizionali e le indicazioni sugli allergeni, un progetto realizzato dalle Camere di commercio di Bolzano e Sondrio insieme ad Unioncamere Veneto. L’uso del software sarà gratuito per tutte le aziende del settore iscritte al Registro imprese di Sondrio, e secondo i calcoli della Camera di commercio il progetto interesserà circa 350 operatori del territorio nel comparto artigianale e nel commercio, più i piccoli produttori agricoli e gli agriturismo che producono confetture, conserve e altre specialità.

«L’iniziativa è nata da una richiesta di Confartigianato – ha spiegato ieri il presidente dell’ente camerale Emanuele Bertolini -, come sostegno concreto alle piccole e micro-imprese che non hanno una struttura per seguire questo adeguamento normativo, che prescrive di indicare nelle etichette le informazioni nutrizionali e sugli allergeni. La Camera di commercio di Bolzano stava già sperimentando una piattaforma online e ha dato disponibilità a svilupparla insieme a noi, poi il tutto è stato implementato con la collaborazione di Unioncamere Veneto».

Il progetto ha richiesto un tempo abbastanza ampio, ha sottolineato il presidente di Confartigianato Gionni Gritti, ma il risultato risponde bene alle necessità degli operatori: «L’elemento fondamentale è la semplicità di utilizzo – ha rimarcato -, perché l’obiettivo è facilitare il lavoro alle imprese, specie alle più piccole. La piattaforma si è dimostrata funzionale e anche la presentazione ad una fiera di settore nei giorni scorsi ha ottenuto un responso positivo». Per stilare le etichette, le aziende devono inserire nel sito “Food label check” la ricetta del prodotto alimentare, scegliendo gli ingredienti dalla banca dati: la bozza presentata dal sistema contiene tutte le indicazioni richieste dalla normativa europea, dagli ingredienti elencati con i nuovi parametri, agli allergeni, ai valori nutrizionali.

«Da tempo siamo impegnati sul fronte della trasparenza nell’etichettatura – ha sottolineato il direttore di Coldiretti Andrea Repossini -, questo progetto è uno strumento concreto importante per le aziende agricole e gli agriturismo che hanno piccole produzioni. È un segno di vicinanza al territorio». Un punto segnalato anche da Maurizio Canova dell’Unione commercio: «Le piccole imprese sarebbero state in grande difficoltà sul fronte economico – ha sottolineato -, la Camera di commercio si conferma ente vicino alle attività locali». Insieme a Confartigianato, Confcommercio e Coldiretti al progetto partecipa anche Confcooperative: partner tecnico sarà la Fondazione Fojanini, ha spiegato il presidente Flavio Bottoni, mettendo a disposizione il “know how” costruito negli anni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA