«Enti bilaterali, impegno rafforzato»
Il taglio del nastro davanti alla nuova sede di via Trieste, al civico 53

«Enti bilaterali, impegno rafforzato»

Commercio e turismo, gli organismi paritetici di Unione commercio e sindacati entrano nella nuova sede. In questi anni i due Ebt di Sondrio hanno portato avanti numerosi servizi a favore di imprese e dipendenti.

Nella nuova casa gli Enti bilaterali del commercio e del turismo proseguono l’impegno a sostegno di imprese e lavoratori del settore. Dopo la cerimonia per la consegna delle borse di studio agli universitari, ieri mattina gli organismi paritetici costituiti da Unione commercio e sindacati hanno inaugurato ufficialmente la sede, più ampia e attrezzata della precedente, attiva già da qualche settimana in via Trieste: un punto di riferimento per tutti i servizi degli Ebt, hanno sottolineato i presidenti Maurizio Canova (Ebt commercio) e Marina Pensa (Ebt turismo), protagonisti del taglio del nastro insieme alla presidente dell’Unione commercio, turismo e servizi Loretta Credaro, al direttore Enzo Ceciliani e ai rappresentanti dei sindacati, cioè i segretari territoriali della Cgil Guglielmo Zamboni, della Cisl Davide Fumagalli e della Uil Vittorio Giumelli.

Un momento di festa, per i due enti nati nel 2001 - su iniziativa della Confcommercio locale e dei sindacati di categoria Filcams, Fisascat e Uiltucs – che in questi anni hanno attivato e portato avanti numerosi servizi a favore di imprese e dipendenti. Per i lavoratori, infatti, gli Ebt del commercio e del turismo mettono a disposizione sussidi per la frequenza dell’asilo nido e della scuola dell’infanzia, contributi per l’acquisto dei libri di testo e del materiale didattico per primarie, medie e superiori, le borse di studio per gli universitari e i premi per i neolaureati, sostegno per la riabilitazione dei ragazzi disabili e iniziative sulla formazione professionale dei lavoratori. I titolari delle imprese dei due settori possono usufruire delle stesse agevolazioni per le proprie famiglie, oltre che di una serie di interventi pensati per le aziende: contributi per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale, per il potenziamento dei sistemi di sicurezza e per la formazione professionale, sostegno sui corsi in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro (dall’antincendio al primo soccorso, ad esempio) e l’accesso ad un fondo di solidarietà destinato alle imprese che si trovano in difficoltà per eventi calamitosi e altre situazioni eccezionali. Gli Ebt mettono poi a disposizione un servizio di conciliazione delle controversie fra imprese e lavoratori, attraverso una commissione provinciale, e svolgono una funzione di controllo sulla conformità dei singoli contratti di lavoro alle normative nazionali.

All’interno dei due Enti bilaterali territoriali opera poi l’Organismo paritetico principale, che si occupa di orientamento e promozione di iniziative legate alla salute e alla sicurezza sui luoghi di lavoro. Proprio questi due temi, insieme alla formazione professionale e al confronto costruttivo fra rappresentanti dei lavoratori e degli imprenditori, sono al centro dell’attività degli Ebt, che anche quest’anno – hanno sottolineato i rappresentanti dei due enti – proseguiranno con grande impegno le iniziative su tutto il territorio. E nella nuova sede di via Trieste (al civico 53) imprenditori e lavoratori del commercio e del turismo troveranno «un punto di riferimento» più funzionale rispetto ai vecchi uffici situati nel complesso della Garberia, hanno rimarcato i rappresentanti dei due enti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA