Sabato 05 Luglio 2014

Da bancario a pizzaiolo

«Contro stress e crisi»

Maurizio Sala, 49 anni, brianzolo, tre anni fa ha deciso di cambiare vita

Una nuova attività a Dazio, una pizzeria d’asporto con gelateria, un piccolo segnale di vivacità nel comparto turistico-ricettivo della Provincia di Sondrio, in un periodo ancora caratterizzato da forti criticità con tante aziende che chiudono i battenti a causa della recessione.

Una scelta coraggiosa quella del titolare, Maurizio Sala, 49 anni, brianzolo, residente a Usmate, che tre anni fa ha deciso di cambiare vita ed orizzonte, lasciando un posto di lavoro sicuro e ben retribuito, quello di dirigente di una filiale bancaria, per dedicarsi alla passione per la cucina. «Il lavoro - racconta - era diventato una fonte di stress per me e così ho fatto la scelta di licenziarmi, probabilmente molti la considerano una follia, ma io adesso sto bene, sono felice della mia decisione, anzi con il nesso di poi, mi rammarico per non averla presa prima».

Maurizio, incoraggiato dalla moglie Fabiana, che continua a fare l’insegnante in Brianza, ma quando può, sale in Valtellina per aiutare il marito, ha studiato da pizzaiolo nella scuola che annovera tra i suoi chef più noti anche Cristian Marasco, lecchese, arrivato nel 2013 al quarto posto al Campionato mondiale della pizza che si era svolto nei padiglioni della Fiera di Parma. Ha fatto qualche piccolo lavoro saltuario, grazie al sostegno di molti amici valtellinesi, in particolar modo Fulvio ed Anna Pedruscia, per poi fare un altro secondo grande salto, quello di aprire un’attività tutta sua.

© riproduzione riservata