Con Sofidi 33 milioni alle imprese
Grande l’attenzione durante l’assemblea dei soci

Con Sofidi 33 milioni alle imprese

Approvato il bilancio nell’assemblea dei soci: lo scorso anno sono stati erogati 443 finanziamenti. Il volume è aumentato del 20%: «Un incremento che è sintomatico di una generale ripresa dell’operatività»

Ben 443 finanziamenti per quasi 33 milioni di euro: ecco l’attività svolta da Sofidi, la cooperativa di garanzia attiva all’interno dell’Unione commercio, turismo e servizi, nel 2015. La compagine sociale ha raggiunto le 3.853 imprese, per 10.733.738 euro di capitale sociale. Il volume dei finanziamenti perfezionati è cresciuto di oltre il 20%.

Si avvicina a quota 450 il numero dei finanziamenti erogati per un importo complessivo di 32.736.800 euro, mentre il totale di quelli garantiti si è assestato a 131.629.703 euro al 31 dicembre 2015. Le imprese socie sono a quota 3.853 unità per complessivi 10.733.738 euro di capitale sociale. Sono decisamente significativi i dati del bilancio 2015 di Sofidi, approvato nel corso dell’assemblea dei soci di lunedì. La vicepresidente Laura Sala - che ha fatto le veci del presidente Marino del Curto, assente per indisposizione - ha illustrato gli aspetti salienti che hanno caratterizzato l’esercizio appena concluso, ampliando la sua analisi al contesto economico in cui si trovano a operare le aziende.Si è quindi soffermata sull’analisi dei principali dati del bilancio, evidenziando come sul risultato economico del 2015, pari a 58.658 euro, abbiano contribuito sia i ricavi tipici dell’attività, sia quelli derivanti della gestione finanziaria. «Le performance ottenute dalla gestione aziendale e l’attenzione al contenimento dei costi, ci consentono di applicare alle aziende socie commissioni fideiussorie particolarmente contenute, tra le più basse a livello regionale».

Il volume di finanziamenti perfezionati nel 2015 è cresciuto di oltre il 20% rispetto all’esercizio precedente. «Un incremento che, benché influenzato anche da particolari iniziative, è sintomatico di una generalizzata, seppur contenuta, ripresa dell’operatività. Anche nel 2015 la nostra società ha fatto registrare i volumi di operatività più elevati, pari al 19% circa del totale, tra i quattordici confidi che partecipano ad Asconfidi Lombardia. Si tratta di un risultato di tutto rispetto per una realtà provinciale come la nostra che, ricordo, esprime il 2% circa del tessuto imprenditoriale lombardo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA