Carcano inaugura ad Andalo un’area produttiva: «Scelta premiata»
Uno scorcio della nuova area produttiva inaugurata ieri nella Carcano spa di Andalo Valtellino (Foto by foto sandonini)

Carcano inaugura ad Andalo un’area produttiva: «Scelta premiata»

Dedicata a industria alimentare e farmaceutica . «Un atto di coraggio compiuto in un momento difficile, successo grazie a lavoro di squadra, istituzioni, partner».

Un’area produttiva nata sulle ceneri di una in disuso, che ha posto alla base del progetto innovazione tecnologica, prospettiva di crescita, contenimento dei consumi e sicurezza. La nuova unità produttiva di Carcano spa di Andalo Valtellino dedicata alla produzione del packaging per l’industria alimentare e farmaceutica è stata presentata ieri al territorio, dopo che dallo scorso dicembre è partita l’attività, ed è a regime da circa due mesi.

«Nell’ottobre 2015 abbiamo avviato i lavori – ha detto il direttore generale Giorgio Bertolini –, nel dicembre dello scorso anno si è avviato il nostro impianto». «Un atto di coraggio di Carcano, compiuto in una fase difficile in cui si parlava di 140 esuberi, che l’azienda ha deciso di superare puntando su se stessa e le sue risorse umane con un investimento di 20milioni di euro, per una società che mediamente ha un fatturato di 170milioni e ha seguito di pochi anni quello della stessa entità operato nella sede produttiva di Delebio per la realizzazione della nuova fonderia».

«Questo successo è merito del lavoro di squadra della Carcano, di tutte le istituzioni che ci hanno sostenuto e dei nostri migliori partner». Istituzioni che ieri non sono mancate alla presentazione del nuovo polo produttivo, a partire dalle autorità locali con i sindaci di Delebio Marco Ioli, Andalo Valtellino Juri Girolo, Rogolo Matteo Ferrè, il presidente della Provincia Luca Della Bitta e il presidente della Camera di commercio di Sondrio Emanuele Bertolini.

Il direttore industriale Tarcisio Perini ha parlato di «uno stabilimento in grado di migliorare ulteriormente gli standard produttivi e l’efficienza industriale, nonché l’ambizioso spostamento della frontiera tecnologica che i vedrà ancora più competitivi».

«Ad Andalo, inoltre, vengono messe ulteriormente al centro le persone che lavorano con noi e che nel corso di questi intensi mesi di progetto hanno dimostrato passione e grande orgoglio nei confronti della propria azienda».

Il responsabile dell’unità produttiva converting Felice Nava ha condotto la visita guidata all’impianto produttivo, spiegandone le caratteristiche che hanno alla base «qualità delle tecnologie utilizzate, innovazioni e processi di lavorazione all’avanguardia, che ci permettono di rispondere in maniera concreta alle esigenze attuali e future dei nostri clienti». L’unità produttiva converting di Andalo ha un plant a chilometro zero, perché costruita in loco dal partner Zecca Prefabbricati, proprietario dell’area in cui è stato edificato lo stabilimento, senza la necessità di movimentazione di mezzi o materiali, quindi con una notevole riduzione dell’impatto ambientale in termini di sostenibilità e riqualificazione dell’area.

Costruita e ideata per essere scalabile sia in dimensione sia nelle prestazioni, la nuova unità produttiva è dedicata alla produzione del packaging per l’industria alimentare (settore per il quale è attualmente attiva) e farmaceutica. Rappresenta il terzo polo produttivo di Carcano dopo gli stabilimenti di Mandello del Lario e di Delebio. L’azienda, che ha una storia che inizia nel 1880 e oggi ha un business attivo e diffuso su scala mondiale, conta complessivamente circa 450 addetti e un fatturato di circa 160 milioni di euro secondo i dati del 2016.


© RIPRODUZIONE RISERVATA