Giovedì 03 Luglio 2014

Bassa Valtellina

I commercianti

scelgono Peretti

Rita Gherbi e Fernando Peretti nuovi punti di riferimento per i commercianti della Bassa valle

«Sarò il presidente di tutti con l’obiettivo principale di guidare il “sindacato “ di categoria capace di tutelare i diritti di ogni associato». Si presenta in questo modo il neo eletto presidente dell’associazione commercianti della bassa valle. Trent’anni, barista, Fernando Peretti è il nuovo presidente dell’Unione commercio del Morbegno nominato dal neo consiglio lunedì insieme con il suo vice Rita Gherbi.

I due nuovi portavoce dell’associazione di categoria rappresentano di fatto il ricambio generazionale all’interno del sodalizio. Entrambi sono alla loro prima esperienza all’interno della vita associativa dell’Unione e fanno parte della cordata di commercianti che si è opposta alla fazione guidata dallo storico componente del gruppo morbegnese, Peppino Gerosa.

«Ma da subito abbiamo messo in chiaro che saremo aperti a ogni contributo e confronto con ogni commerciante- rimarca Peretti -, questo concetto è stato rivolto immediatamente anche a Gerosa».

Giovani sono presidente e vicepresidente così come lo è la gran parte del consiglio, nella cui compagine hanno fatto il loro ingresso Ettore Ambrosetti, Ilaria Del Molino, Daniela Ferrara, Ezio Gusmeroli, Sabrina Labate, Ivan Scamoni ed Elena Scetti, accanto ai confermati Fabrizio Innocenti e Fiorella Del Barba, a Maria Barlascini e Roberto Bordoni, in passato rispettivamente consigliere e presidente mandamentale.

«Il nostro obiettivo – sottolinea Peretti – è quello di dare ulteriore slancio e impulso al mandamento di Morbegno, unendo le nuove idee dei giovani all’esperienza dei colleghi che hanno già avuto incarichi di rappresentanza. Siamo un gruppo ben integrato e complementare, accomunato da tanta voglia di fare. Completato il rinnovo cariche, il consiglio è subito entrato nella piena operatività e sta già lavorando con impegno per stilare il programma delle iniziative estive». «Vogliamo rendere più attrattiva non solo la cittadina di Morbegno – afferma la vicepresidente Gherbi –, ma anche tutte le valli del nostro mandamento (Masino, Tartano, Bitto e costiera dei Cech)».

© riproduzione riservata