Autorità energia, a capo un tiranese
Stefano Besseghini al Cnr di Lecco

Autorità energia, a capo un tiranese

Stefano Besseghini nominato dal governo alla presidenza del delicato organismo di regolamentazione. Ha contribuito allo sviluppo di Politec - Gritti: «Ha una straordinaria competenza e una grande esperienza».

C’è il valtellinese Stefano Besseghini ai vertici dell’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente. Il Consiglio dei ministri, su proposta del ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio, d’intesa con il collega dell’Ambiente Sergio Costa, ha deliberato ieri l’avvio della procedura per la nomina dei componenti dell’Arera indicando Besseghini, ex amministratore delegato e attuale componente del Cda di Politec Valtellina, per il ruolo più importante. Sarà supportato dai consiglieri Gianni Castelli, Andrea Guerrini, Clara Poletti e Stefano Saglia.

Stefano Besseghini, nato a Tirano nel 1966, coniugato con un figlio, si è laureato in Fisica all’Università degli Studi di Milano e nello stesso ateneo ha conseguito la specializzazione in Scienza e tecnologia dei materiali con il massimo dei voti e lode. Ha svolto la propria attività di ricerca al Consiglio nazionale delle ricerche divenendo sin dal 1996 responsabile della sede di Lecco, una delle più attive realtà italiane nel settore della metallurgia fisica. I suoi interessi di ricerca si sono focalizzati sulle proprietà dei materiali metallici funzionali. Responsabile di diversi progetti di ricerca sia in ambito nazionale, sia internazionale, ha sempre operato in una prospettiva di forte interazione con il sistema industriale, ed è da sempre coinvolto nella promozione della ricerca come leva di sviluppo e competitività del sistema produttivo. Una sensibilità che nell’epoca dell’I4.0 è ancora più preziosa.

Dal 2007 ha contribuito allo sviluppo del Polo dell’innovazione della Valtellina (Politec), di cui è stato amministratore delegato dal 2007 al 2011, è vice presidente del Centro tecnologico del legno di Poschiavo e dal 2014 è vice presidente del Lombardy Energy Cluster. Dal 2010 è amministratore delegato e dal luglio 2017 è anche presidente di Rse (Ricerca sistema energetico).

«Besseghini, oltre a essere un consigliere di Politec, è un convalligiano con una straordinaria competenza e una grande esperienza, ma soprattutto è anche un amico - sottolinea il presidente di Politec Gionni Gritti -. Le tematiche legate all’energia sono sempre state centrali nell’attività di Politec, che per anni è stato guidato da Besseghini». «Sia come scienziato, sia come dirigente si è sempre fatto valere, in particolare nel campo dell’energia: la Valtellina può essere orgogliosa di questa notizia», commenta Francesco Pradella, responsabile del settore energia di Politec.

L’Autorità è un organismo indipendente, istituito nel 1995 con il compito di tutelare gli interessi dei consumatori e di promuovere la concorrenza, l’efficienza e la diffusione di servizi con adeguati livelli di qualità, attraverso l’attività di regolazione e di controllo. L’azione di Arera, inizialmente limitata ai settori dell’energia elettrica e del gas naturale, è stata in seguito estesa all’ambito dei servizi idrici e dell’efficienza energetica, oltre che del ciclo dei rifiuti. Besseghini è atteso da un intenso lavoro: come rilevato a Roma subito dopo la nomina, fra gli appuntamenti straordinari ci sono la completa liberalizzazione del mercato dell’energia e un periodo non favorevole agli utenti, considerato il recente aumento delle bollette.


© RIPRODUZIONE RISERVATA