Attività estrattive, Adele Cabello eletta presidente

Confindustria Lecco e Sondrio. La categoria ha nominato anche il vice David Govoni e Matteo Redaelli alla Piccola Industria

Attività estrattive, Adele Cabello eletta presidente
Adele Cabello, nuova presidente Attività estrattive Confindustria Lecco e Sondrio

Il futuro dei piani cave sul territorio, declinato in base al contenuto della legge regionale approvata a novembre e la promozione delle attività estrattive e delle aziende che se ne occupano, utilizzando soprattutto i nuovi canali digitali.

Questi i primi impegni che la categoria Attività estrattive di Confindustria Lecco e Sondrio si pone per i prossimi mesi.

A sottolineare le linee d’intenti, è stata Adele Cabello (Serpentino e Graniti), proclamata il 21 luglio dall’assemblea, presidente di settore. Nel corso della stessa seduta, che si è svolta nella sede di Lecco dell’associazione degli industriali, sono stati eletti anche il vicepresidente David Govoni (Unicalce) e il rappresentante Piccola Industria Matteo Redaelli (Fassa), che con il presidente compongono il Consiglio direttivo che rimarrà in carica per il prossimo biennio 2022-2024.

«Ringrazio i colleghi per la fiducia che mi hanno accordato e, in particolare, David Govoni e Matteo Redaelli per il lavoro sin qui portato avanti e per la loro disponibilità a far parte del Consiglio direttivo: sono certa che sapremo fare squadra e realizzare progetti di interesse per il settore» sottolinea la neo presidente Adele Cabello.

La sua guida si apre nel segno della continuità: «Partiremo con il confermare e sviluppare le iniziative già in essere e orientate a diffondere la conoscenza delle nostre realtà produttive presso un pubblico sempre più ampio e penso in particolare al Cava Day e alle nuove puntate del podcast del Gruppo Giovani Imprenditori incentrate sul comparto delle attività estrattive».

«Ci concentreremo inoltre - prosegue Cabello - sugli ultimi documenti per l’applicazione della legge regionale approvata a novembre che riguarda il futuro dei piani cave e in generale, sul settore delle attività estrattive a livello regionale». Lo spirito è quello della piena apertura verso i colleghi, chiamati ad avere un ruolo anche propositivo: «Confido infine che le aziende della categoria vorranno far presente al consiglio altri temi stringenti o criticità, affinché possano essere condivisi ed affrontati a livello di associazione» chiude la presidente. Sempre all’interno di Confindustria Lecco e Sondrio, in questo periodo sono calendarizzate le assemblee di tutte e dieci le categorie merceologiche dell’associazione, che prevedono in agenda il rinnovo delle cariche sociali per il prossimo biennio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA