Atelier dedicato allo sci, decolla il progetto  Gordona protagonista
Mario Moro, general manager di Blossom Skis (Foto by foto Lisignoli)

Atelier dedicato allo sci, decolla il progetto

Gordona protagonista

Sinergia tra l’azienda svizzera Zai insieme alla Blossom Skis con sede in Valchiavenna. Dopo mesi di confronto, l’intesa diventa più concreta.

Realizzare un atelier dedicato alla produzione di sci in Bregaglia. Ecco il progetto che vede impegnate due società, la svizzera Zai e la Blossom Skis di Gordona in Valchiavenna. L’esperienza di un laboratorio hi-tech fondato quindici anni fa nei Grigioni e la lunga storia delle fabbriche di sci di Chiavenna si incontreranno in Bregaglia.

I protagonisti di questa sinergia sono Zai, azienda che unisce produzione artigianale ed elevata tecnologia e Blossom Skis, impresa erede di una tradizione iniziata all’inizio del Novecento.

La città della Mera è infatti quella della Persenico e della Spalding, azienda che forniva gli sci alla Valanga azzurra. Tutto è cominciato quando Mario Moro, general manager di Blossom Skis, è venuto a conoscenza della decisione intrapresa da Zai di lasciare Disentis e ha contattato la compagnia elvetica. Dopo mesi di confronto, ora la collaborazione diventa sempre più concreta. «Questa joint-venture con Zai - aggiunge -porterà una grande sinergia fra le due società. Abbiamo deciso di trovare un punto d’incontro in Val Bregaglia, dove creeremo un laboratorio». Zai si rivolge a un mercato di appassionati che cercano la massima qualità. Blossom Skis - società con quindici dipendenti e oltre due milioni di euro di fatturato, attiva da vent’anni - produce una vasta gamma di sci su misura di fascia medio-alta, unendo materiali performanti e tecnologie innovative.

«Abbiamo scelto di puntare su questa strada anche perché operiamo in due segmenti diversi - continua Mario Moro - . Il marchio Zai è visto come lo sci più esclusivo al mondo. Grazie alla loro grandissima presenza in questo mercato e alla nostra esperienza di produttori, questa partnership determinerà grandi sviluppi e un buon successo». La localizzazione esatta del nuovo sito produttivo non è ancora stata definita e non è noto il numero di posti di lavoro che verranno creati.

«Siamo ancora in una fase embrionale del progetto. La produzione dei nostri sci Blossom rimarrà a Gordona e non si muoverà. Creeremo questo atelier in Bregaglia per la realizzazione degli sci Zai». Ma per sciare con attrezzi made in Bregaglia l’attesa non sarà prolungata. «Credo che questo momento arriverà l’anno prossimo». Questo percorso si affianca a un periodo di crescita per l’attività di Blossom, azienda che esporta il 90% della produzione e concentra l’attenzione soprattutto sugli sci da gara e sul mercato dei race carver. «Quest’anno è stato eccezionale, anche grazie alle condizioni di innevamento ottimali - conclude -. Chiuderemo con un +20% rispetto alla stagione precedente. Ci sono buone prospettive anche per l’occupazione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA