Al via la vendemmia  «Il meteo è ideale e le uve sono sane»
All’opera nei vigneti famiglie al completo e amici in questi giorni

Al via la vendemmia

«Il meteo è ideale e le uve sono sane»

Esperti convinti: «Sarà un’annata di pregio: c’è la gradazione zuccherina per fare vini di qualità»

Vendemmia 2019, primo annuncio, «l’annata è di pregio». Si avvicina in provincia di Sondrio l’apertura delle vendemmie nei vari vitigni, iniziano gli agricoltori con le vigne di famiglia e il vino che sarà per uso personale.

A fornire le prime anticipazioni ufficiali è Fondazione Fojanini. «Siamo in dirittura di arrivo – ha detto uno degli specialisti di Fondazione, Ivano Fojanini - ormai ci siamo, e quella che chiudiamo in questi giorni sarà un’annata più che favorevole». C’è grande soddisfazione per “l’ottobrata” i giorni di ottobre in corso, tiepidi e asciutti, solivi, con notti a temperature più basse. «Sole di giorno e temperature abbassate la notte – confermano dal centro studi applicati alla agricoltura a Sondrio – anche questi ultimi giorni sono climaticamente ideali per affinare il prodotto. Con queste favorevoli escursioni termiche nelle 24 ore le uve stanno mantenendo una buona sanità e pian piano i gradi sono aumentati. Possiamo dire – viene precisato – che i 19 gradi Babo, gradi che esprimono la gradazione zuccherina, misurazione presa in considerazione dagli agricoltori per valutare la maturazione delle uve, sono ormai stati raggiunti in tutte le aree di produzione dei vini Docg valtellinesi. I 19 gradi Babo – prosegue Ivano Fojanini – sono considerati la gradazione zuccherina minima per iniziare a fare partire i vini di qualità».

«Possiamo dire di sì. Anche se la generalità dei campionamenti non può garantire la migliore riuscita dell’annata a chi non ha lavorato bene, con un carico produttivo regolare. Lasciando troppa uva in pianta e non facendo il dirado, come noi, puntualmente, raccomandiamo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA