Zona a traffico limitato  Varchi elettronici a Morbegno
In via Vanoni uno degli ingressi nella zona a traffico limitato della città

Zona a traffico limitato

Varchi elettronici a Morbegno

Il Comune visti i disguidi degli anni passati ha deciso di dotarsi di dispositivi per limitare il traffico

Zone a traffico limitato sotto controllo: da quest’estate entrano in funzione i varchi elettronici per il controllo degli accessi all’area pedonale del centro.

«L’obiettivo del provvedimento - spiega l’assessore ai Lavori pubblici Franco Marchini - è quello di affrontare la regolamentazione delle aree pedonali dalla prossima estate non più in maniera provvisoria, come è sempre stato fatto, cioè limitando le Ztl (Zone a traffico limitato) con la transenna messa la mattina e tolta la sera, affidandosi alla buona volontà di volontari perché in quegli orari non abbiamo sul territorio il personale comunale in servizio. Questo nel tempo ha causato un po’ di problemi e giustamente anche lamentele. Già da mesi avevamo deciso di affrontare questo tipo di discorso e adesso siamo riusciti a rendere il provvedimento operativo».

Nel giro di tre mesi saranno sistemati i varchi, «si attiverà così - precisa ancora l’amministratore comunale - una modalità funzionale non solamente al periodo estivo con la Ztl di via Vanoni, ma utile anche quando ci sono eventi, oppure quando si decide di pedonalizzare alcuni tratti del centro storico, ad esempio, per la Mostra del Bitto per chiudere in maniera sistematica e razionale diverse aree. Saranno quindi posizionati dei varchi sul centro storico con dei pannelli luminosi e segnali programmati a distanza e saranno posizionate delle telecamere che fanno scattare i divieti».

Le aree della città che saranno interessate dal provvedimento dei varchi di lettura delle targhe dei veicoli in ingresso e uscita, secondo normativa adesso sono state classificate non più come Ztl bensì Ap, Area pedonale e sono via Seriole, via Malacrida, via Fiume, piazza Fiume, via Malaguccini e via San Marco; piazza Marconi, via L. Rocca, via Ospital Vecchio, via G. Romegialli, via San Pietro e piazza Tre Novembre; quindi via San Giovanni, via Fontana, via G.P. Romegialli, vicolo Colombo, via Ninguarda e vicolo Ninguarda; E via Borgosalvo e via Rivolta. Ci sono poi: via Garibaldi, via Faedo, via Gavazzeni e via Venosta.

«In questo modo - afferma il comandante della polizia municipale Paolo Tarabini - si può assicurare maggiore controllo degli accessi alle zone di traffico limitato del centro storico sia nella parte limitata in modo permanente come via Garibaldi e piazza Marconi sia l’area che di solito viene attivata nelle ore serali estive. Tutte saranno controllate dalle telecamere nei vari punti di ingresso e collegate al sistema telematico del rilascio dei permessi che abilitano al transito una determinata targa. Ci sarà così - conclude il comandante - un controllo automatico degli accessi, quindi l’auto in regola con il permesso accede regolarmente e chi è senza permesso viene segnalato per la relativa sanzione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA